Vertice Ue: nessuna apertura agli Eurobond Berlino non cede

Scritto il alle 17:21 da Agata Marino

Oggi è il giorno delle rettifiche, per quanto riguarda eurobond e osservando l’articolo citato in precedenza, dove parlavo dell’intervista concessa da Schäuble al Wall Street Journal, era stata interpretata come un segnale di disponibilità del governo tedesco a lanciare in tempi più rapidi le obbligazioni comuni, MA SUBITO è ARRIVATA LA SMENTITA ha spiegato Martin Kotthaus, portavoce del ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schäuble..

Ma leggendolo con attenzione, diffuso anche sulla versione tedesca del Wall Street Journalnon c’è traccia di aperture: «Senza una politica fiscale in comune non ci saranno obbligazioni garantite insieme», dice tra l’altro il ministro. E ancora: «Nel momento in cui avremo una politica fiscale congiunta nella Ue potremo riflettere su una garanzia in comune, ma è decisiva la giusta successione».

ecco la bozza sulla discussione in programma

I PUNTI SCOTTANTI SONO:
prevede la possibilità che l’Europa possa riscrivere le manovre finanziarie per i Paesi che in futuro violeranno le regole su deficit e debito pubblico.
“Limiti ai saldi di bilancio e ai livelli di debito dei governi potrebbero essere decisi in comune.
L’emissione di debito governativo oltre questi livelli dovrebbero essere giustificati e ricevere una previa approvazione.
in questo contesto, la zona euro potrebbe chiedere cambiamenti alle poste dei bilanci nazionali se queste sono in violazione delle stesse regole di bilancio, tenendo comunque in considerazione la necessità di salvaguardare l’equità sociale”.

Altra cosa la manovra anti spread:

Anche il presidente del parlamento europeo Martin Schulz appoggia le proposte del premier italiano Mario Monti per contenere gli spread. Non possiamo permettere che la Bce presti denaro alle banche con un tasso dell’1% e i tassi dei titoli pubblici siano al 6-7% – . Si può utilizzare l’Esm con la licenza bancaria o altri strumenti, come ad esempio quelli proposti da Mario Monti.
Poi il documento apre anche alla possibilità di adottare gli Eurobond: “In una prospettiva di medio termine, l’emissione di debito comune potrebbe essere esplorata come un elemento” di un’unione di bilancio piu’ stretta e “soggetta ad una progressiva integrazione. Il processo verso l’emissione di debito comune dovrebbe essere graduale ed a fasi, mentre i progressi verso la messa in comune di decisioni sul bilancio dovrebbero essere accompagnati da passi commensurati alla messa in comune dei rischi”. anche se Angela Merkel rimane nella sua posizione sottolineando con una frase che dice tutto” MAI FINCHE’ VIVRO’ ” – secondo quanto riporta la stampa tedesca, avrebbe detto con decisione che «fino a che è in vita» non ci sarà alcuna condivisione del debito sovrano in Europa.

Vediamo chi cede :roll:

In tanto le Agenzie di Rating stanno osservando e iniziando a DECLASSARE la Germania leggete QUI

e in spagna altri problemi in vista QUI

 

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Vertice Ue: nessuna apertura agli Eurobond Berlino non cede, 9.5 out of 10 based on 2 ratings
Nessun commento Commenta

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute