Parlamento Ue: imporre limiti a commissioni su carte di credito

Scritto il alle 11:33 da [email protected]

Costano ai rivenditori europei in media 10 miliardi ogni anno.
L’Aula propone tetti massimi unici per tutti gli Stati membri.

Sono costi poco chiari, diversi da uno Stato membro all’altro, sconosciuti agli utenti e costano ai rivenditori d’Europa oltre 10 miliardi di euro ogni anno.

Il Parlamento europeo interviene per regolare le commissioni che le banche addebitano ai commercianti per l’elaborazione dei pagamenti con carte di credito ecarte di debito. Attualmente a fissare le regole in questo campo sono le autorità nazionali di concorrenza e tra i Ventotto non c’è alcuna omogeneità.

L’Aula invece vuole che questi costi siano uniformati e limitati.

Oggi è stato approvato un testo che fisserebbe il tetto massimo delle commissioni a 0,3% per le transizioni con carta di credito e 7 centesimi di euro o lo 0,2% del valore della transazione (se inferiore) per quelle con carta di debito.

I limiti, che si dovrebbero applicare sia alle transizioni nazionali sia a quelle interne all’Ue, diverranno effettivi un anno dopo l’entrata in vigore della norma. Nel lungo termine il beneficio sarà anche per i consumatori: tasse più basse si dovrebbero tradurre in prezzi più bassi per gli utenti di carte. source

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Nessun commento Commenta

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute