Banche marciano sulle commissioni di massimo scoperto sul conto

Scritto il alle 19:03 da Agata Marino

Drammatica la situazione bancaria e ad accorgersi della cosa sono le imprese che si sono viste abbassare i fidi, e si cari lettori, la situazione è gravissima!

Molti di noi non fanno caso al prorpio conto corrente e non immaginano quanto costa sconfinare senza un fido.

La situazione è molto grave, più di quanto uno possa immaginare.

Molte volte ho la sensazione che le banche marcino su questa cosa, non concedono i fidi ma applicano tassi da usurai sugli scoperti ed ora vi farò degli esempi, con l’aiuto di un pò di fonti.

Le commissioni previste dagli istituti bancari sullo scoperto di conto sono, di norma, poco trasparenti e i clienti tendono a non leggere le postille del contratto o a sottovalutarle.

Bisogna, invece, sottolineare che andare a secco con il proprio conto corrente può arrivare a costare 50 euro anche per un solo giorno. source

Il passato decreto dell’ex ministro Bersani ha sostituito le vecchie commissioni sul massimo scoperto con norme atte ad attenuare il peso sul cittadino.

Ad oggi non sembra, però, che sia cambiato molto rispetto a dieci anni orsono, anzi.

Andare in rosso sul conto corrente, quindi, costa molto.

In merito è stata sviluppata un’indagine dall’Università Bocconi di Milano (pubblicata sul Corriere Economia), che ha preso in considerazione le prime sei banche italiane, analizzando due casi di sconfinamento extra-fido e senza-fido. In quest’ultimo caso si nota come i tassi nominali arrivino al 17% (Intesa Sanpaolo) mentre invece nel primo oscillano fra il 13,5% (Intesa) e il 16,6% (Unicredit).

Il conto scoperto sul conto corrente, quindi, costa maggiormente se non si ha un fido e, come sottolinea la ricerca della Bocconi, andando in negativo di 500 euro per un giorno, gli oneri arrivano a essere pari, ad esempio, a 50,23 euro con Montepaschi e a 25,19 euro con Bnl.

Costi importanti, quindi, che possono aumentare anche per i clienti che godono di un fido ma lo superano: per 500 euro di rosso si arriva a pagare 25,19 euro se si sconfina per un giorno.

Insomma indisturbati e spalleggiati dal governo le banche continuano a fare il bello e cattivo tempo e sono i primi in classifica come responsabili di questa gravissima crisi economica, non dando credito alle imprese e quindi bloccando l’economia… e nessuno interviene per bloccarli… TUTTO E’ LEGALE E TUTTO VA BENE!

Noi raccogliamo le firme per il contante libero siamo arrivati a 7500

Sono passati quasi 5 giorni e  (mentre scrivo) dal BIG Bang che ha visto il lancio dell’Iniziativa Contante Libero ecco il resoconto dei risultati:
Non basta! 

Un successo, ma non basta, il nostro obbiettivo è fare entrare in termini onesti e corretti  la battaglia per la circolazione e l’uso del denaro contante nel dibattito politico prima delle elezioni.

Abbiamo bisogno di almeno 20.000 firmatari nel più breve lasso di tempo possibile, entro due settimane al massimo.

Vi chiedo ancora una volta, se non lo aveste già fatto di diffondere la conoscenza di questa iniziativa ai vostri amici, attraverso le vostre mailing list, piccole o grandi che siano. Ogni firma conta.

Se volete potete mandare questa mail:

______________

 

E’ in corso L’evento web più grande d’Italia con il supporto contemporaneo di 72 blog, più di 7000 persone hanno già firmato per ”Contante Libero.

Un’iniziativa volta ad impedire alle banche e al governo di controllare la nostra vita ed espropriare la nostra ricchezza. Il primo passo è la raccolta di firme in favore dell’uso e della circolazione del denaro contante, altro arriverà in seguito.

Per saperne di più, vai su http://www.contantelibero.it/.

Ci sono molti modi per aiutare Contante Libero:

a) Firma la Petizione;

b) Diffondi Contante Libero su Facebook  e su Twitter;

c) Manda una Mail come questa agli amici;

d) Se gestisci un sito o un blog: vai alla pagina dei banner e mettine uno nella tua home-page, poi scrivici per farcelo sapere, potrai accedere con link attivo nella pagina Blog e Amici di Contante Libero;

Ti ringrazio per l’attenzione.


GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Banche marciano sulle commissioni di massimo scoperto sul conto, 10.0 out of 10 based on 3 ratings
5 commenti Commenta
kry
Scritto il 9 gennaio 2013 at 19:24

A me è andata peggio € 187 x ultimi 24 giorni 3° trimestre pagato € 34. Nel trimestre successivo pagati € 42 per i primi 13 giorni dei soliti 187€ e dopo un piccolo accredito 67€ per 27 giorni ( totale 40 giorni).

Hoffy
Scritto il 9 gennaio 2013 at 19:30

kry@finanza, in tutto il mondo abbiamo banche di credito e banche di investimenti ben divise. in italia abbiamo il guazzabuglio che le banche di credito fanno anche speculazione, morale? si sono beccati i soldi dalla BCE per muovere l’economia, al posto di ridistribuirli li tengono li sotto il materasso e fanno speculazione LORO, mentre al cittadino non erogano più un centesimo

Scritto il 9 gennaio 2013 at 19:34

kry@finanza,

sono strozzini legalizzati!

massimomauro
Scritto il 9 gennaio 2013 at 22:42

ciao agata volevo chiederti supporto sul mib mo che si fa che siamo a 17350??si chiudono posizioni lunghe??io l’ho fatto oggi in chiusura

Scritto il 10 gennaio 2013 at 09:35

massimomauro@finanzaonline,

oggi aggiorno :wink:

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute