Cerca nel Blog

Archivi tag: italia

Scritto il alle 11:35 da Paolo Cardenà

Come di consueto ho provveduto ad aggiornare l’ormai celebre (e mitico) grafico sulla crescita del Pil dei paesi del G7 e Eurozona (a 19 Paesi). I dati riportati nel quarto trimestre del 2016, nella maggior parte dei casi, sono quelli … Continua a leggere

Scritto il alle 10:56 da Paolo Cardenà

– IL MINISTRO TONTOLO – L’azienda A, italiana che opera in Italia, offre lavoro a 10 persone. Ad un certo punto della sua attività, siccome il governo italiano ha bisogno di quattrini, gli impone il 70-80% di tasse e la … Continua a leggere

Scritto il alle 14:24 da Paolo Cardenà

Quello che segue è un grafico che esprime il livello di occupazione in rapporto alla popolazione, per ciascun paese considerato. Si potrebbero fare infinite considerazioni, anche alla luce delle condizioni in cui versa l’Italia…Ma ogni ragionamento si scontra con la … Continua a leggere

Scritto il alle 11:05 da Paolo Cardenà

Non solo l’immobilismo sul fronte della crisi delle banche italiane (di cui ho detto QUI), ampiamente sottovalutata dal governo Renzi, e gli scarsissimi risultati sul fronte della crescita economica, nonostante condizioni esterne irripetibili; ma anche conti pubblici fortemente deteriorati in … Continua a leggere

Scritto il alle 11:26 da Paolo Cardenà

Cari amici, come di consueto ho provveduto ad aggiornare l’ormai celebre (e mitico) grafico sulla crescita del Pil dei paesi del G7 e Eurozona (a 19 Paesi). I dati riportati nel terzo trimestre del 2016, sono quelli relativi alla prima … Continua a leggere

Scritto il alle 11:19 da Paolo Cardenà

Prosegue la fase di incertezza per l’economia italiana, con segnali di rallentamento dei consumi, accompagnati da un aumento significativo del potere d’acquisto delle famiglie e dal miglioramento tendenziale dell’occupazione”. Lo rileva l’Istat nell’ultima nota mensile, sottolineando che “l’indicatore anticipatore non … Continua a leggere

Scritto il alle 12:42 da Paolo Cardenà

Come si può  immaginare che uno Stato, con le pezze al culo, possa rinunciare al suo braccio operativo per riscuotere i tributi che deve incassare? Impensabile. Come è impensabile che l’accorpamento di Equitalia con l’Agenzia delle Entrate non sia propedeutico … Continua a leggere

Scritto il alle 11:13 da Paolo Cardenà

Il grafico che vedete in seguito, rappresenta la crescita dell’economia italiani negli ultimi sei decenni. E’ stato elaborato considerando i dati Ocse (per la crescita del Pil dal 1960 fino al 2015) e i dati del Fmi (per rappresentare le … Continua a leggere

Scritto il alle 14:40 da gooser

Con grande ritardo facciamo oggi un aggiornamento su un’azienda che abbiamo seguito sempre da vicino con interesse ed inoltre essendo italiana, anche se quotata sul mercato svizzero, ci sentiamo coinvolti maggiormente. Quindi viste le richieste di alcuni lettori del blog, … Continua a leggere

Scritto il alle 11:10 da Paolo Cardenà

Quello che segue è un grafico che conoscete già, aggiornato considerando le variazioni del PIL del secondo trimestre 2016 (Canada al primo trim. 2016), recentemente comunicate. Per gli ultimi arrivati, è utile ricordare che si tratta della performance del PIL dei … Continua a leggere

Scritto il alle 10:13 da gooser

Da Istat: A giugno 2016 l’indice destagionalizzato della produzione industriale è diminuito dello 0,4% rispetto a maggio. Nella media del trimestre aprile-giugno 2016 la produzione ha registrato una flessione dello 0,4% nei confronti del trimestre precedente. Corretto per gli effetti … Continua a leggere

Scritto il alle 11:12 da Paolo Cardenà

Quello che segue, è un grafico che conoscete già, e che conosce bene anche Il Sole 24 Ore, Ballarò e molti altri ancora. E’ stato aggiornato considerando le variazioni del PIL del primo trimestre, recentemente comunicate. Per gli ultimi arrivati, … Continua a leggere

Scritto il alle 11:31 da Paolo Cardenà

Il grafico che vedete, rappresenta la dinamica dell’indice della produzione industriale nei paesi considerati, ponendo come base 100 gennaio 2008. Come vedete, da quell’epoca, la produzione industriale italiana ha perso circa il 23%. Peggio dell’Italia ha fatto la Spagna, che … Continua a leggere

Scritto il alle 12:25 da Paolo Cardenà

E’ uno spaccato drammatico, sul fronte della disoccupazione giovanile. Rappresenta il tasso di disoccupazione dei giovani in età attiva, dai 15 ai 24 anni. Fonte: Eurostat Il grafico successivo rappresenta percentuale  dei giovani inattivi,  non occupati né in istruzione, rispetto … Continua a leggere

Scritto il alle 11:06 da Paolo Cardenà

Un mio caro amico, Maurizio, mi ha chiesto di incrociare qualche dato al fine di conoscere la dinamica delle entrate tributarie e contributive rispetto al Prodotto Interno Lordo. Ne è uscito il grafico che segue, che è utile a sfatare … Continua a leggere

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
Commenti dal nostro blog
  • [email protected] su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
  • [email protected] su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
  • [email protected] su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
  • [email protected] su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
  • papi67 su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
  • [email protected] su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
  • staus su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
  • [email protected] su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
  • [email protected] su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
  • [email protected] su Lo stato d’ansia dell’investitore: La salute mentale è più importante Parte 2
indici di borsa e principali valute