Italia sempre più povera e la politica sempre più patetica: Agenda Monti e i parlamentari che lo rappresentano

Scritto il alle 13:05 da Agata Marino

Con l’impoverimento dell’economia, siamo a livelli di valore dei nostri soldi pari al 1986, con la piaga dell’assenza del lavoro( dopo che le imprese senza aiuti chiudono) dopo che i consumi sono diminuiti e un italiano su dieci è POVERO, dopo tutto ciò qualcuno ha il coraggio di dire che “ Monti afferma senza ritegno di non essere il difensore della finanza speculativa ma della sinergia tra capitale e lavoro, a garanzia degli interessi tanto degli imprenditori quanto degli operai”.

Lo ha detto (senza vergogna) il rifugiato della politica Gianfranco Fini, ieri fascista perché nel nel ’68  e oggi democristiano insieme al voltagabbana a caccia di poltrone per lui e la sua famiglia Casini

Certo, Fini è un recipiente vuoto, e può quindi diventare un punto di raccolta indifferenziata, una buca delle lettere o un cassonetto, se preferite, di notevole capienza.

Si apre ufficialmente così la campagna elettorale della scuderia masso-centrista a sostegno del Bocconiano Mario Monti, già leader di un aborto di governo sconosciuto e senza legittimità popolare che ha portato sul baratro sociale.

Siamo l’Italia: debito pubblico(record) a 2.014,693 miliardi di euro, e disoccupazione al 11,1% con 2milioni 870mila disperati senza lavoro.

Le tecnocrazie europeoidi ci osservano, noi le osserviamo come la mucca quando vede il treno passare e quello che ancora si intravede appena è il rischio di un mutamento di rotta del nostro gigantesco Titanic, un mare tempestoso e un futuro incerto. Per evitare il panico però l’orchestrina continua a suonare le stesse canzoni, ma la tensione aumenta. È di oggi la notizia del nuovo record per il tasso di disoccupazione giovanile, che a novembre scorso è balzato al 37,1%, il top dal 1992. Il tasso di disoccupazione (15-24 anni) – secondo i dati Istat – è in aumento del +0,7% rispetto ad ottobre 2012 e di +5,0% nel confronto tendenziale rispetto a novembre 2011.

Ma per il ministro della miseria sociale, Elsa Fornerointervenuta a Radio Capital (senza lacrimare), il peggioramento del tasso di disoccupazione non è un fallimento del governo Monti, anzi: «Stiamo pagando errori di lungo periodo». La cura per uccidere lo Stato Sociale sta funzionando.

«I giovani devono abituarsi all’idea che non avranno un posto fisso per tutta la vita. E poi, diciamolo, che monotonia. È bello cambiare e accettare delle sfide» [Mario Monti – Matrix, 02 febbraio 2012]

«Mi auguro che qualcosa di simile a quello che abbiamo fatto per i dipendenti privati sulla possibilità di licenziare sia inserito nella delega per i dipendenti pubblici» [Elsa Fornero – Torino, 24 maggio 2012]

Continuate pure così… tanto voi i figli li avete sistemati tutti vero?, la domanda è per i politici e la risposta  qui ed è scontatamente si!

Vergognoso il fatto che un senatore a vita faccia campagna elettorale senza dimettersi!

La sua lista è così composta: risultato, una lista al Senato (dove la soglia di sbarramento di un singolo partito è all’8%) e tre liste alla Camera (dove si determinano le coalizioni e le liste che abbiano superato rispettivamente la soglia del 10% e del 4% dei voti validi), una senza parlamentari e due per l’Udc di Casini e il Fli di Fini, la comica stampella dei democristiani, cui solo un rabdomante potrebbe appurarne l’esistenza.

Valori e ideali?

Roba per elettori e bambini. Salvata la poltrona (e lo stipendio) tutto tornerà, anzi resterà, come prima. Ecco quindi che le due “novità” (da oltre 30 anni occupano gli scranni parlamentari), nel variegato panorama politico italiota si presentano più per rifarsi una verginità politica e dare l’illusione all’elettore che loro sono parte di un progetto di rinnovamento dell’Italia.

Loro, le verginelle immacolate, ma ci credono così scemi?

Molti dati di questo articolo sono stati presi dal graffiante blog il Graffio vi consiglio di leggerlo andando QUI

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Italia sempre più povera e la politica sempre più patetica: Agenda Monti e i parlamentari che lo rappresentano , 10.0 out of 10 based on 1 rating
Tags: , , ,   |
3 commenti Commenta
atomictonto
Scritto il 23 Gennaio 2013 at 09:50

Quindi la soluzione quale è, non votare?
Votare un anziana macchietta truccata, coi tacchi e con la testa pitturata come un burattino, che cerca disperatamente di evitare la rovina personale?
Votare Girllo che pensa di risolvere i problemi strutturali di una vecchia Italia nel tempestoso mare della globalizzazione mettendo in parlamento cassintegrati con la terza media e piccoli travet del comune di vattelapesca?
Mario Monti ha commesso degli errori ma si cerchi di ricordare che non essendo in una Repubblica presidenziale ogni suo DL è dovuto passare dalle Camere…e sappiamo che razza di manigoldi c’erano nelle camere l’anno scorso.
Pochi, sopratutto tra i fan del Parrucchino Disperato, sembrano ricordare che il governo tecnico ha si tentato di ELIMINARE o RIDURRE le Province, ELIMINARE i vitalizi, METTERE UN TETTO agli stipendi pubblici e via discorrendo, tutta roba BOCCIATA o ANNACQUATA dalle Camere.
Tra una decina d’anni si capirà che Monti è stata una manna da cielo per la povera Italia.

gnappo
Scritto il 23 Gennaio 2013 at 13:11

atomictonto@finanza:
Quindi la soluzione quale è, non votare?
Votare un anziana macchietta truccata, coi tacchi e con la testa pitturata come un burattino, che cerca disperatamente di evitare la rovina personale?
Votare Girllo che pensa di risolvere i problemi strutturali di una vecchia Italia nel tempestoso mare della globalizzazione mettendo in parlamento cassintegrati con la terza media e piccoli travet del comune di vattelapesca?
Mario Monti ha commesso degli errori ma si cerchi di ricordare che non essendo in una Repubblica presidenziale ogni suo DL è dovuto passare dalle Camere…e sappiamo che razza di manigoldi c’erano nelle camere l’anno scorso.
Pochi, sopratutto tra i fan del Parrucchino Disperato, sembrano ricordare che il governo tecnico ha si tentato di ELIMINARE o RIDURRE le Province, ELIMINARE i vitalizi, METTERE UN TETTO agli stipendi pubblici e via discorrendo, tutta roba BOCCIATA o ANNACQUATA dalle Camere.
Tra una decina d’anni si capirà che Monti è stata una manna da cielo per la povera Italia.

gnappo
Scritto il 23 Gennaio 2013 at 13:15

Quoto in toto il commento. La Signora Marino pubblica l’ennesimo articolo contro Monti…Nel leggerli sembra che prima del suo incarico l’Italia vivesse nella bambagia e che l’arrivo del Professore sia stato l’inizio ..della fine.
Mi chiedo cosa avrebbe potuto fare in un anno senza avere nemmeno una sua maggioranza alle spalle…
A mio avviso chi si scaglia ripetutamente contro lo stesso bersaglio ha la stessa credibilità di un Minzolini o di un Sallusti, ovvero nessuna.
Cordialmente

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: gooser1973@gmail.com agamarino@gmail.com SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute