Lo dice lo Spread, il rischio contagio della crisi………………….cè!!!!!

Scritto il alle 15:57 da balrock@finanzaonline

Lo dichiara oggi il premier tecnico della Bocconi, Mario Monti: “La crisi cè e anche il rischio contagio, LO DICE LO SPREAD“. Aggiungendo anche che la colpa della sua risalita, è da addittare “alla mancanza di una visibile traiettoria verso la crescita” ( ma non doveva pensarci lui a farci crescre? ). Se nè accorto dallo Spread!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Praticamente non bastava dare uno sguardo ai vari grafici e ai dati macro che emergono ultimamente, si guarda solo lo SPREAD, parola oggi diventata di moda tra i vari media televisi e quotidiani, ma come in molti sanno, non è importante lo spread, ovvero la differenza degli interessi pagati a chi acquisa i nostri titoli di Stato invece che i Bund tedeschi, il problema si presenta quando i nostri Btp devono concedere rendimenti superiori al 7%. Soglia che mette paura per il semplice motivo che altri paesi Europei, in quelle circostanze, sono dovuti ricorrere agli aiuti della Troika con tutte le complicazioni austere che ne sono susseguite. Soglia che se oltrepassata, ci fa diventare tecnicamente insolventi, rendondo più difficile finanziarci perché considerati più a rischio nel rimborsare i titoli.

Non bastava notare l’ aumento della Cassa Integrazione del Belpaese? Ci si poteva accorgere della crisi e rischio contagio, soltanto guardando quello accaduto in Grecia e che sta accadendo da noi?

Gli immobili pignorati dalle Banche sono in aumento ( perché non si riesce a pagare le rate del mutuo), alle aste fallimentari ne vengono venduti pochi, i consumi sono a terra, la gente perde il posto di lavoro anche a causa delle molte aziende fallite ( solo nel 2011 erano 11650 circa, un record ). I ristoranti non sono più pieni come una volta, quando dovevi prenotare per il weekend, se volevi anche solo un tavolo per due. Basta fare un giro in riviera Romagnola o seguire le notizie, per scoprire che la spiaggia non è affolata come 10/15 anni fa, perché a causa degli scarsi fondi, si decide di fare quelle che si chiamano le vacanze fuori porta o il Low Coast. Il boom dei Discount, la diminuzione del potere d’ acquisto, gli stipendi e pensioni rimasti al palo e il prezioso PIL ( anche questo dei mass-media e politici )che diminuisce. Nessuno viene ad investire da noi, aprendo aziende per colpa delle tempistiche incerte, lunghe e costose. La pressione fiscale, i carburanti alle stelle con conseguenti aumenti dei generi di prima necessità e non, che a sua volta hanno ridotto i consumi degli stessi carburanti proprio per mancanza di soldi. L’ elenco da fare sarebbe infinito, e viene da dire: “ Se né accorto dallo Spread?”

Ci credo che poi pensiamo che i governanti/politici, vivano in un mondo tutto loro, con quello che si vede e si sente in giro……………………………………………

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
1 commento Commenta
pato89
Scritto il 31 maggio 2012 at 17:10

Profonda tristezza … :?

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: gooser1973@gmail.com agamarino@gmail.com SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute