DA 45 ANNI A WALL STREET Alcune riflessioni sul testo di W.D.Gann e sui movimenti di mercato.

Scritto il alle 22:07 da [email protected]nline

Perche’ hai perso denaro in borsa ?

Esistono 3 ragioni principali.

  1. Perché investi troppo in una singola operazione o compri e vendi troppo rispetto al capitale.
  1. Perché non usi gli STOP LOSS per limitare le perdite.
  1. Perché manchi di CONOSCENZA , e questa è la ragione più importante di tutte.

Quando la gente compra un titolo, nella maggior parte dei casi è animata dalla speranza che salga, in modo da guadagnare.Inoltre si basa sui consigli e le opinioni altrui, senza avere elementi che facciamo effettivamente prevedere un rialzo.

Di conseguenza entra sul mercato nel modo sbagliato, e quando riconosce l’errore e cerca di porvi rimedio, è già troppo tardi.
Alla fine, per paura che il titolo possa svalutarsi ulteriormente, decide di vendere, ma spesso è ormai vicino al minimo.

In questo modo commette due errori:

il primo è quello di entrare sul mercato nel modo sbagliato, il secondo quello di uscire nel momento sbagliato.
Per evitare uno dei due errori, sarebbe bastato uscire subito dopo aver capito di essere entrato nel momento sbagliato.

 Quello che la gente non comprende è che l’attività di trader sul Mercato Azionario e delle Commodities è un vero e proprio lavoro, una professione, esattamente come quella dell’ingegnere o del medico.

La prima cosa da imparare è che quando fai un’operazione, può sempre capitarti di sbagliare, e quindi devi sempre sapere cosa fare per correggere un eventuale errore.

Non devi andare per tentativi; Quando fai un’operazione , devi decidere in base a regole ben precise e seguire le indicazioni che ne ricavi.

In questo modo avrai maggiori possibilità di avere successo.

Intervalli di tempoIl fattore tempo e i cicli sono estremamente importanti per determinare un cambiamento della tendenza.

Poiché il tempo può influire sul prezzo,infatti quando i tempi sono maturi anche il volume delle vendite tende ad aumentare causando una diminuzione dei prezzi.

Mercato sbilanciato

Se per un determinato periodo di tempo l’indice o i singoli titoli continuano a guadagnare o perdere terreno, a un certo punto tendono a sbilanciarsi è più l’intervallo è lungo , allora più la correzione o reazione sarà pronunciata.Il fatto che un periodo negativo duri più a lungo di un periodo negativo precedente è sintomatico di un cambiamento della tendenza.

Il fatto che un prezzo registri un rialzo o un ribasso superiore a un rialzo o ribasso registrato precedentemente significa che il mercato è sbilanciato, e che la tendenza sta quasi certamente cambiando. ( estensione superiore della media dei lati ciclici precedenti di uguale direzione o superamento dell’ ampiezza del tratto più lungo )

La componente ciclica di ordine superiore ha svoltato è manifesta tutta la sua forza iniziale imprimendola a tutti i sottocicli di ordine inferiore.

Per esempio nel caso di un mercato Orso questa regola ci dice che : Quando i titoli sono reduci da un lungo periodo nefasto , la prima volta che un rally dura più a lungo di un rally precedente significa che la tendenza sta cambiando.

Almeno momentaneamente.

La prima volta che un rialzo del prezzo supera in termini di punti un rialzo precedente significa che l’andamento del TEMPO o del PREZZO (ampiezza) è sbilanciato e che il cambiamento è cominciato.

Un cambiamento legato al fattore tempo è più importante di un’ inversione del prezzo.

Quando il mercato si avvicina alla fine di un lungo periodo di rialzi o ribassi, l’aumento o il decremento dei prezzi e la durata dell’intervallo di tempo sono inferiori rispetto alla sezione precedente ( l’ultima gamba rialzista spesso prelude la fine del rialzo per via del fatto che percorre meno strada, dando così un segnale premonitore all’osservatore attento )Il che significa che i tempi sono maturi per un cambiamento.

In un mercato dominato dall’ Orso, quando il ribasso e la durata dell’intervallo di tempo sono inferiori rispetto alla sezione precedente significa che il ciclo si sta esaurendo ed è prossima una svolta.

Comprare sui massimi e minimi crescenti

Se vuoi comprare, aspetta che il mercato registri minimi e massimi crescenti, perché significa che la tendenza principale è al rialzo.Se invece vuoi vendere aspetta che il mercato registri minimi e massimi inferiori,perché significa che la tendenza principale è al ribasso.

Gli intervalli di tempo giocano sempre un ruolo importante

Quando si è vicini a una svolta ciclica, la conferma dell’avvenuto cambiamento si avrà nel momento in cui si manifesteranno i tratti appartenenti ai cicli inferiori del nuovo ciclo maggiore dello stesso ordine del precedente, essi formeranno massimi e minimi crescenti nella quasi totalità della progressione, mentre i massimi e minimi via via più bassi si verificano quando si sta parlando dello stesso ciclo che dopo la sua fase rialzista si avvia ad affrontare la sua fase conclusiva che lo porterà al minimo finale.

Ogni ciclo di mercato è in teoria sdoppiabile in due entità cicliche inferiori che interagiscono con il ciclo superiore da cui derivano , anche questi cicli di grado direttamente inferiore a sua volta si compongono ciascuno da altri due cicli più piccoli , e così via all’infinito.

Se noi definiamo un ciclo settimanale con il termine Tracy, esso idealmente sarà composto da due T-1 , da quattro T-2 e da otto T-3 o cicli giornalieri, però fate attenzione che questa non è una legge inderogabile , i cicli presi direttamente dal tracciato di mercato possono altresì variare in termini di tempo e allo stesso modo presentare delle fusioni da cui in questo caso si parlerà di cicli ibridi , ad esempio un T+1 della durata di 13 giorni non è detto che sia composto da due cicli Tracy, in alcuni casi isolati un ciclo ibrido prende il posto di due cicli normali o meglio standardizzati.

L’analista deve essere pronto e vigile per decodificare queste varianti , spesso tali deviazioni a ritmi più o meno regolari dipendono dai sincronismi di piazze con fuso orario diverso, prendiamo il Dax indubbiamente un’ indice meno bugiardo del Mibtel, e paragoniamolo con il Nyse ( prendo questo perché nasce il “ 17/05/1792 “ molto prima del S&P 500, ed era uno dei riferimenti di Gann e personalmente lo preferisco per determinate ragioni. ) la prima cosa che notiamo sono i sincronismi, questi sono la vera chiave di lettura per identificare con efficacia i movimenti del mercato e i punti di svolta, alcuni analisti ciclici asseriscono erroneamente che non è possibile derivare il movimento di un’ indice o meglio interpretare un mercato tramite un’ altro, questo è del tutto sbagliato, perché i mercati sono tutti connessi, anche quando i cicli sembrano a prima vista sfasati.

Se nel corso del ( 2010 ) confrontiamo il Dax con il Mibtel possiamo facilmente osservare che si muovono su due strade apparentemente dissimili ,

il Dax sembra instradato bene in un sentiero che lo porta verso l’alto , mentre la nostra borsetta stentava a tenere il passo e sembrava un’ auto che perde velocità, e prosegue granparte del suo cammino di inseguimento per inerzia e con fatica , per poi in alcuni momenti tornare ad avere qualche breve scatto di orgoglio.

Queste divergenze sono perfettamente comprensibili dalla situazione macroeconomica vigente in cui i teutonici grazie al loro export rinvigorito riescono a surclassare i compagni dell’ unione europea , in primis paesi come l’Italia la quale ha accusato un durissimo colpo in termini di perdita di competitività.

Non c’è dubbio che l’Euro ha giovato alla Germania concedendole lo scettro di regina d’ Europa a scapito del benessere dei restanti paesi spesso governati da politici incompetenti , di cui l’ Italia ne è il sommo esempio.

Ritornando al tracciato di mercato: Se osserviamo accuratamente possiamo notare che gli swing accadono comunque con sconcertante sincronia come del resto profetizzava Hurst negli anni settanta.

Ad uno sguardo superficiale il tracciato del Dax sembra come detto diverso dal Mibtel , in realtà è solo deformato per via delle variegate situazioni macro interne ai singoli paesi , il quale la Germania come già detto sta meglio dell’ Italia, in sostanza il Mibtel è come se si muovesse controvento, intendo dire che ad un determinato punto di svolta dove due indici virano al rialzo in sincronia, uno percorre più strada e l’altro ne percorre di meno, ecco perché gli indici prendono due strade in apparenza diverse , lo stesso vale per la svolta al ribasso, uno percorre meno strada e l’altro ne percorre di più amplificando così la caduta a tal punto da deformare il disegno del quadro generale e confondere l’analista.

Un’ altra cosa interessante è la dipendenza indotta dal fuso orario ( causa principale degli allungamenti e accorciamenti anomali di taluni cicli su varie piazze ), prendiamo il Nyse , questo apre quando noi ci apprestiamo ad andare incontro alle ultime due ore di contrattazione , poi continua per altre quattro abbondanti, osservate i cicli giornalieri del Nyse e noterete che mediamente battono 6 ore o poco più, andate a vedere i punti di svolta di quell’ indice e in parallelo buttate l’occhio sul Dax e di riflesso sul Mibtel, avete capito adesso perché esistono i cicli ibridi ? sono come DNA diversi che si fondono assieme generando delle onde a volte anomale e isolate , poi tutto rientra nei ranghi fino al prossimo sfalsamento , e la cosa si ripete a cadenze regolari ancora e ancora e ancora.

Le varie lingue o wash & rise non sono altro che spazi temporali a se stanti che servono alla sincronizzazione di predeterminati mercati legati intimamente, le linee guida vengono decise dai mercati U.S.A Per quanto riguarda le medie mobili , molti non hanno mai considerato un calcolo non sequenziale , inteso come serie non continua , come secondo passo si può normalizzare la sequenza e come terzo è bene ricordarsi che in una barra o candela oltre alla chiusura esiste il massimo e il minimo e dunque non esiste una sola media mobile , lo stesso procedimento può essere ripetuto con i singoli giorni della settimana generando dei pattern compositi “ tutti i lunedì , tutti i martedì …ecc di un campione ad ampio spettro “, come avverte George Angell , chi lo conosce sa di cosa parlo.

Si dovrebbe anche osservare l’andamento dei volumi come giustamente dice il noto Migliorino , perché questi possono rivelare divergenze con il tracciato dei prezzi che gli altri non vedono , ( i volumi possono essere moltiplicati per il prezzo a scopo di formare un tracciato lineare da confrontare con quello puro dei prezzi , questo serve a confermare o smentire eventuali break , i volumi devono sempre essere in accordo con il movimento e mai contrari cioè devono essere in fase. ) una altra cosa è la connessione fra massa monetaria M1 e mercato , e i conseguenti travasi di capitali fra Azionario e Obbligazionario che sono due vasi comunicanti , capire questo è essenziale.

Uno degli ingredienti principali del successo sta proprio nel fatto di esser in grado di cogliere quello che la media delle persone non percepisce , e sfruttarlo a proprio vantaggio al massimo del possibile.In fine è bene ricordarsi la parola “ Elasticità “ nel senso di adattamento.Per capire le tecniche è necessario tener presente che esse consistono di numerosi movimenti condensati, all’ inizio essi possono apparire goffi , sgraziati , ma quando cominci ad apprenderli scopri che in realtà goffi non sono , perché una buona tecnica comprende rapidi cambiamenti , grande varietà e grande velocità.È importante coltivare non una branca particolare , una parte , ma il tutto ,che comprende e integra in sé quella branca particolare come può essere ad esempio Gann.Quando consideri una cosa senza attribuirle il colore dei tuoi desideri e delle tue preferenze la vedi nella sua semplicità originaria , perciò invece di considerare il trading per quello che effettivamente è ( combattimento fra compratori e venditori ) , la maggior parte dei traders si basa su combinazioni statiche che confondono e bloccano il trader e lo allontanano dalla realtà del mercato , di conseguenza invece di andare direttamente al cuore delle cose , questi eseguono come in un rituale delle manovre schematiche e artificiose che …… a dilla tutta si possono definire come “ disperazione organizzata “ , cioè invece di seguire il mercato nella sua evidenza “fanno delle cose” che sono in qualche modo in rapporto col trading ma allo stesso tempo ne sono in contrasto perché sono messe in atto non in maniera dinamica ma statica , rispettando una fissità della quale il mercato se ne infischia , ad esempio un ciclo di mercato non ha limiti di tempo da rispettare , ed è inutile attendere che ciò si verifichi , andando contro l’evidenza e a tutti i suoi segnali che ci indicano che la tendenza è cambiata , è invece intelligente agire quando serve , anche se il conteggio delle barre o candele e fuori standard , ….. intendo dire durata media di un ciclo .

Riguardo sempre ai cicli è noto che :Come in alto così in basso , la riproduzione ciclica si produce su scale inferiori e superiori mantenendo inalterata la sua forma e sostanza , quindi la fase finale di un determinato ciclo cadrà in un determinato punto spazio temporale dove l’ultimo elemento della serie di ogni grado inferiore si completerà , tutti i cicli appartenenti ai diversi gradi seriali inferiori quasi simultaneamente ( ibridi o non ibridi ) vedranno il proprio ultimo componente conquistare l’estremità opposta del ciclo maggiore .

I cicli planetari di Gann sono basati su longitudini o declinazioni dei pianeti , e le loro sommatorie a formare il tracciato ( con la differenza che qui è possibile estenderlo nel futuro sfruttando i dati delle effemeridi elettroniche o tradizionali , poiché non sappiamo dove andrà il mercato ma sappiamo dove andranno i pianeti.)

Chiudo questa parentesi e passo ad alcuni punti salienti di 45 anni a Wall Street di Gann , riportandoli con aggiunta di commenti e immagini personali.Vi ricordo solo che Gann è una parte del tutto , NON il tutto.

Il momento più sicuro per comprare un titolo è sempre dopo che un cambiamento della tendenza si è consolidato. “ Gann “

In genere quando un titolo registra il minimo e poi comincia a salire, si verifica la reazione secondaria durante la quale riceve supporto su un minimo superiore.

Quando il titolo ricomincia a salire e supera il massimo del primo rialzo allora puoi comprare senza correre nessun pericolo perché il mercato ha già segnalato che la tendenza è positiva e i tratti al rialzo sono dunque impulsi. Il punto di vendita più sicuro.

Quando il mercato dopo un lungo periodo di crescita registra il massimo finale e poi il primo ribasso rapido e pronunciato, seguito da un rally che fa segnare il secondo massimo inferiore dal quale comincia una nuova discesa che continua oltre il minimo del precedente ribasso ,allora è meglio vendere perché significa che la tendenza generale è cambiata e tende al ribasso.Meglio evitare una discesa all’inferno. Quando il titolo o l’indice hanno una reazione di soli 2 giorni si trovano in una posizione di grande forza.In un mercato attivo e con una tendenza netta al ribasso , i rialzi saranno rapidi e consistenti e dureranno solo 2 giorni. ( impostazione inversa rispetto alla citazione precedente )

Molti episodi di questo tipo si possono trovare durante l’autunno del 1929 e durante gli anni 1930-1931 quando il mercato si trovava in una situazione di mercato Orso.Ricorda : finchè la tendenza del mercato è positiva, il prezzo di un titolo non sarà mai troppo alto per comprare.

Finchè la tendenza è negativa non sarà mai troppo basso per vendere.Naturalmente senza dimenticare di proteggersi con uno stop lossMuoviti sempre secondo la tendenza del mercato e non controcorrente.

Compra titoli che si trovano in una posizione forte e vendi i titoli che si trovano in una posizione debole.

Se segui l’andamento del mercato i guadagni arriveranno.

Prima di vendere è sempre meglio aspettare di vedere un cambiamento del trend.

Ma una volta stabilito che l’andamento del mercato è cambiato, allora devi vendere senza indugio.Più continui a sperare senza deciderti ad entrare o uscire dal mercato, più la tua capacità di giudizio tende a peggiorare, facendo aumentare le possibilità di commettere degli errori.

L’immobilità è sinonimo di morte e distruzione L’azione è sinonimo di vita.

Ricordati che indugiare è sempre pericoloso.

Percentuali dei prezzi minimi e massimi

Una delle scoperte più importanti affermate da Gann , riguarda il metodo per calcolare le percentuali dei prezzi minimi e massimi sia sugli indici che sui singoli titoli.Le percentuali calcolate sui livelli minimi e massimi estremi indicano i livelli di resistenza e supporto futuri.

Ogni prezzo minimo può essere messo in relazione con un prezzo massimo futuro, e la percentuale del prezzo minimo indica il livello a cui arriverà il prezzo massimo successivo.

A questo prezzo puoi vendere sia quando sei al rialzo scaricando la posizione , oppure vendere allo scoperto con un rischio limitato.

Un massimo estremo, o qualsiasi massimo inferiore, può essere messo in relazione con i minimi futuri.La percentuale del prezzo massimo indica il valore a cui arriveranno i prezzi minimi futuri, e quindi i livelli di supporto a cui comprare con un rischio limitato.Il livello di resistenza più importante corrisponde al 50% di qualsiasi prezzo minimo oppure massimo ( che è 180° o opposizione )Il secondo livello come importanza corrisponde al 100% del prezzo di vendita più basso calcolato sugli indici o sui singoli titoli ( 360° o congiunzione o cerchio completo )

A seconda del prezzo e degli Intervalli di Tempo trascorsi tra Massimo e Minimo si devono usare anche il 200% , 300% , 400% , 500% e così via. ( una ruota , due ruote , tre ruote e così via )Gli altri valori da prendere in considerazione sono :

12,50%25%37,50%62,50%75%87,50%

Sono tutti angoli planetari, in 45 anni a Wall Street viene tenuta nascosta questa informazione.Non è scopo principale di questo articolo approfondire questa chiave di lettura , comunque in sostanza per farvi un’ idea fate prima a guardare questa immagine che ho costruito :

N.B Quando Gann cita il 33,33 e il 66,66 % ti sta dicendo di usare il Trine , basta che aggiungi un triangolo equilatero con un vertice centrato dove vedi il simbolo della congiunzione 360° e ottieni i suddetti due livelli percentuali che corrispondono a due angoli di 120°N.B il triangolo equilatero che simboleggia il trigono collima con il quadrato in un unico e solo angolo.

Visione circolareVi sono anche angoli minori quali il quinconce o 150°


I 150 gradi possono essere l’espressione di :

120 + 30 = trigono + semi sestile

90 + 60 = quadrato + sestile

180 – 30 = opposizione – semisestile

Claudio Tolomeo

Nel cap. XVII del Tetrabiblos, parlando dei segni contraddicenti o che non hanno nessuna familiarità, si riferisce a quelli contigui (semisestile) e a quelli separati di cinque segni (quinconce), questi ultimi tagliano la circonferenza in parti ineguali.Per tentare di comprendere questo aspetto cosiddetto minore, è bene considerare l’etimologia del suo nome.Quinconce deriva dal latino Quincunx ed è formato dalla parola QUINQUE = cinque e UNCIA = misura.Quindi una misura del cinque.L’angolo del Quinconce corrisponde come detto a 150° , ora se si divide il cerchio zodiacale per 150 non si ottiene una divisione esatta ma una angolatura ineguale , ovvero :

360 : 150 =2,4Se poi esaminano i segni coinvolti e collegati nel Quinconce , si nota che non sono in empatia tra di loro, né per elemento (quadruplicità) né per qualità (triplicità) , da cui discende che esiste uno stato di frizione tra i pianeti in tale aspetto , con l’effetto dato dalla natura stessa dei pianeti coinvolti e in rapporto anche al tema natale del mercato o azione coinvolta.

Esempio : Aspetto angolare multiplo , di cui la Luna forma un Quinconce con Saturno.Questi gradi formano anche una terna pitagorica dove il Quinconce è l’ipotenusa di un triangolo rettangolo , tale terna si ottiene moltiplicando per 30 la primitiva 3-4-5.Il Quinconce si trova a metà fra L’opposizione 180° e il Trine 120° ; 180+120/2 = 150°La metà del quinconce è un’ angolo di 75° si trova a metà fra il quadrato 90° e il sestile 60° ; 90+60/2 = 75°È anche l’espressione di un Semiquadrato e un Semisestile 45+30 = 75

Altri aspetti minori meno conosciuti ma usati da Gann sono il Quintile e il Biquintile rispettivamente 72° e 144°Nell’ immagine seguente la figura si completa in due finestre temporali diverse.

L’angolo di 144° è sebbene in apparenza è un’ aspetto minore , nella teoria di Gann assume un posto di rilievo e di notevole importanza.Esempio II : Gemelli del Tempo 1 è a 180° ( opposizione ) da Sagittario sul Tempo 2 , il pianeta è Saturno , che nel tempo 2 forma una relazione di quadrato con Venere e un trigono con la Luna.La classificazione dei segni zodiacali nell’astrologia occidentale si basa sull’intersezione tra due insiemi di 4 e 3 segni.Quello legato ai quattro elementi:Fuoco (Ariete, Leone, Sagittario)Terra (Toro, Vergine, Capricorno)Aria (Gemelli, Bilancia, Acquario)Acqua (Cancro, Scorpione, Pesci)E sull’ immagine seguente la suddivisione in segni : Nel prossimo articolo riprendiamo il discorso sulle percentuali di Gann.

Per individuare questi importanti livelli di resistenza e supporto, devi sempre avere a portata di mano le tue tabelle delle percentuali calcolate sull’ indice Dow Jones, e sui singoli titoli del tuo portafoglio… CONTINUA

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
DA 45 ANNI A WALL STREET Alcune riflessioni sul testo di W.D.Gann e sui movimenti di mercato., 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute