Australia: la terra della speranza

Scritto il alle 08:27 da [email protected]

L’ Australia è il paese più grande dell’ Oceania, il 6° più esteso nel mondo (7.617.930 km²) ed ha solo 23milioni circa di abitanti. Esporta soprattutto materie prime non lavorate, è il primo produttore di lana merinos, la terra dei canguri è totalmente autosufficiente per quanto riguarda la domanda energetica e in diversi casi è fra i maggiori produttori mondiali di alcuni minerali richiesti dal mercato. Dalle sue miniere vengono estratti, fra gli altri, carbone, lignite, bauxite, rame, uranio (primo produttore mondiale), oro (12% della produzione mondiale), ferro, diamanti (primo produttore mondiale), manganese, nichel e stagno. Ha un’ industria che raccoglie il 21% di posti di lavoro.

L’ Australia stà attirando a sé sempre più “cervelli in fuga”, dopo gli arrivi dalla Grecia per via della crisi finanziaria e globale( vedere QUI ), tocca anche alla nostra penisola, in aereo da Fiumicino per arrivare a destinazione, ci vogliono 24/25 ore di volo. Ben 60.000 laureati italiani sono emigrati in Australia, stà diventando letteralmente il “sogno australiano”. Nel 2011 gli arrivi temporanei che servono per cercare posti di lavoro prima di stabilirsi definitivamente, sono stati 6 milioni, lo dice il governo australiano, molti sono neozelandesi, britannici, cinesi, greci, irlandesi e italiani.

Il debito pubblico è uno dei più bassi al mondo, circa il 27% del PIL, il deficit al 9%. Le agenzie di rating mantengono sempre la tripla A, le prospettive sono interessanti anche se l’ Australia è impaurita per la crisi dell’ euro, il vice primo ministro sembra essere ottimista:

 

Wayne Swan, vice primo ministro e tesoriere, ha tirato le fila dell’economia del paese. Il 2011, insomma, è andato abbastanza bene. Come ha dichiarato al The Australian, le stime sullo stato dell’economia del paese sono positive. Le previsioni per la crescita buone. Le speranze, alte. «Siamo una grande economia: e poi ci troviamo nell’area del mondo che cresce più in fretta di tutte le altre. E che ha il potenziale più grande, per il futuro, di crescere grazie all’aumento della produttività e della popolazione». Non è un mistero: ci penserà la Cina ha tirare fuori tutti, Australia in primis, dal pantano provocato dalla crisi. Lo dice senza mezzi termini: «Facciamo bene a essere preoccupati per alcune vulnerabilità della Cina – aggiunge – ma sulla base di tutte le analisi che ricevo, Pechino affronterà tutte le sfide in modo saggio e prudente».

Una notizia del 7 dicembre 2011, riporta che:

 

 “L’economia australiana è salita nel terzo trimestre, spronata da un boom degli investimenti minerari. Il Prodotto interno lordo è cresciuto dell’1% nel trimestre giugno-settembre dopo il +1,4% rivisto del secondo trimestre dell’anno e segnando un aumento del 2,5% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Lo rende noto l’Australian Bureau of Statistics.

Il dato arriva il giorno dopo che la Banca Centrale del Paese ha tagliato il costo del denaro temendo per le prospettive di crescita globale. Battute le attese degli economisti che avevano previsto un aumento dello 0,8% rispetto su trimestre. Il terzo trimestre ha seguito un aumento di espansione rivisto 1,4% nel secondo trimestre dell’anno.”

 

Quindi sappiamo dove andare se le cose si metteranno male, tutti pronti bagagli alla mano, direzione la terra della speranza……………………..

Gli altri articoli li trovate sulla Home Page.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Australia: la terra della speranza, 10.0 out of 10 based on 1 rating
13 commenti Commenta
ilcuculo
Scritto il 1 gennaio 2012 at 12:32

Si bravo… tutti in Autralia!

Mi pare un post da matti

balrock
Scritto il 1 gennaio 2012 at 19:13

ilcuculo@finanza:
Si bravo… tutti in Autralia!

Mi pare un post da matti

thank you, very much :|

Scritto il 1 gennaio 2012 at 19:56

Sul sito del governo australiano ci sono centinaia di annunci di lavoro, offerte serie. Due miei ex colleghi partono tra 1 mese.

Scritto il 1 gennaio 2012 at 22:09

gooser:
Sul sito del governo australiano ci sono centinaia di annunci di lavoro, offerte serie. Due miei ex colleghi partono tra 1 mese.

anche chi ha solo voglia di lavorare e non ha particolari titoli di studio… ha l’oppurtunità di farsi una piccola esperienza di 1 anno… ci sono due ragazzi giovani che conosco che lo hanno fatto e si portano a casa 300 euro al giorno per raccogliere la frutta… molta gente pensa troppo con il cuculo :roll:

raffaele9
Scritto il 1 gennaio 2012 at 23:30

gooser,

Potresti dare i link per favore?
se non sono indiscreto che lavoro hanno accettato i due colleghi
Grazie e auguri

kry
Scritto il 2 gennaio 2012 at 01:36

Agata Marino,

300 euro al giorno, un lavoro che mi incuriosisce. Le brasiliane quando tornano in patria con i soldi dicono che in europa guidavano i taxi.

Scritto il 2 gennaio 2012 at 07:53

http://Www.immi.gov.au/skilled/sol/

Qui c e un esempio ma nel sito puoi trovare tutte le info
I miei ex colleghi sono tecnici elettronici

raffaele9@finanzaonline,

Scritto il 2 gennaio 2012 at 09:38

kry@finanza:
Agata Marino,

300 euro al giorno, un lavoro che mi incuriosisce. Le brasiliane quando tornano in patria con i soldi dicono che in europa guidavano i taxi.

Fruit picking… cioè raccogliori di frutta
In internet ho trovato per voi un PDF file che e’ una vera e prorpia dritta, ci sono tutti i posti relativi alle coltivazioni ed il periodo dell’anno. E’ stato reperito dal calendario nazionale Australiano: HARVEST GUIDE http://jobsearch.gov.au/HarvestTrail/Documents/NationalHarvestGuide.pdf
Oppure, quando arriverete in Australia, potete chiamare il numero gratuito 1800062332 per avere ulteriori informazioni anche riguardo possibili ritardi del raccolto… come hanno fatto i due ragazzi e ti assicuro che non si prostiuiscono ;-) come le brasiliane

ilcuculo
Scritto il 2 gennaio 2012 at 15:22

Interessante … qualcuno vi dice che un raccoglitore di frutta in Australia guadagna 6000 euro (al cambio del dollaro australiano ?) al mese e qualcuno crede che sia una informazione attendibile…

Scritto il 2 gennaio 2012 at 15:30

ilcuculo@finanza:
Interessante … qualcuno vi dice che un raccoglitore di frutta in Australia guadagna 6000 euro (al cambio del dollaro australiano ?) al mese equalcuno crede che sia una informazione attendibile…

Tu pensala come vuoi!! chi lo sta facendo sta prendendo questo… sono due figli di amici di fam… ti ho dato i link…ora muovi il culetto e magari ti informi… saluti signor cuculo;-)

raffaele9
Scritto il 6 gennaio 2012 at 10:27

gooser,
Grazie a tutti per le info Bye

Scritto il 6 gennaio 2012 at 11:28

I miei ex colleghi guadagnano 3500 dollari aus non so se é tanto o poco ma é la realtà ma non sono laboratori stagionali. Ah dimenticavo il datore di lavoro gli da anche lcasa.

ggbb
Scritto il 6 gennaio 2012 at 12:56

CHI VIENE IN AUSTRALIA CON ME
e le mie due stelline?????

che bello cambiare vita
sarebbe il mio sogno

baci***

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute