Ecco la manovra MONTI: Tagli a Regioni ed enti locali. “Nessuna patrimoniale, l’Iva sale del 2%”

Scritto il alle 22:37 da [email protected]

4 Dicembre 2011 Consiglio dei Ministri: il comunicato di Palazzo Chigi Il Consiglio dei Ministri si e’ riunito oggi alle ore 16,30 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio, Mario Monti. Segretario il Sottosegretario di Stato alla Presidenza, Antonio Catricala’. Il Consiglio dei Ministri, appositamente convocato, ha approvato un decreto legge che contiene un pacchetto di misure urgenti per assicurare la stabilita’ finanziaria, la crescita e l’equita’. L’intervento urgente si e’ reso necessario per affrontare una crisi finanziaria gravissima che ha investito in queste settimane l’area dell’euro e specificamente il debito sovrano, anche italiano. Il Governo ha deliberato un complesso pacchetto di interventi che tuttavia, pur nell’emergenza, danno il via a una fase di riforma strutturale dell’economia italiana e determinano una prima fase di significativa riduzione dei costi della politica. Tutte le componenti della societa’ italiana devono partecipare allo sforzo per la salvezza e il rilancio del Paese. L’insieme degli interventi ammonta a circa 20 miliardi di euro strutturali per il triennio 2012- 2014 con una forte componente permanente di risparmi conseguiti. La correzione lorda e’ di oltre 30 miliardi in quanto sono previsti interventi di spesa a favore della crescita, del sistema produttivo e del lavoro per oltre 10 miliardi. All’interno del pacchetto e’ inclusa e consolidata in norme la correzione dei saldi pari a 4 miliardi previsti quale “clausola di salvaguardia” nella manovra di agosto 2011. I risparmi conseguito in parte sono destinati a un considerevole pacchetto di interventi a favore della crescita, del sistema produttivo e del lavoro. Attraverso la deducibilita’ integrale dell’IRAP-lavoro vengono favorite le imprese che assumono lavoratori e lavoratrici per un importo di 1,5 miliardi nel 2012, e 2 miliardi nel 2013 e nel 2014. Vengono previsti con l’IRAP interventi a favore di donne e giovani per 1 miliardo di euro per ciascuno degli anni del periodo considerato.; con l’introduzione del meccanismo denominato ACE di favore fiscale alla raccolta di capitale di rischio, in modo da favorire la patrimonializzazione delle imprese, si interviene con un’azione di 1 miliardo di euro nel 2012, 1,5 nel 2013 e 3 nel 2014. Viene rifinanziato il trasferimento alle regioni per il traporto pubblico locale; viene finanziato un programma per accelerare la utilizzo dei fondi strutturali europei, che altrimenti l’Italia rischia di perdere; viene rifinanziato il fondo di garanzia per le piccole e medie imprese con l’obiettivo di mettere a disposizione delle PMI garanzie per circa 20 miliardi di credito Vengono resi duraturi nel tempo tutti gli incentivi per le ristrutturazioni e per il risparmio energetico estendendoli alle aree colpite da calamita’ naturali. E’ stato deciso il completamento della riforma della previdenza con l’estensione dal primo gennaio 2012 a tutti del metodo contributivo per il calcolo delle pensioni per le anzianita’ future. Viene istituito un sistema flessibile per l’eta’ di pensionamento, che viene elevata a 62 anni per le donne con una fascia di uscita flessibile incentivata fino a 70 anni, per gli uomini la fascia di flessibilita’ e’ tra 66 e 70 anni. Le regole per le lavoratrici del settore privato raggiungono l’equiparazione ai lavoratori nel 2018. Malgrado la situazione estremamente difficile, e’ stata garantita l’indicizzazione piena delle pensioni minime e parziale per quelle fino a due volte il minimo in circostanze estremamente difficili. Viene anticipata l’introduzione sperimentale dell’IMU. Tale intervento accresce il contributo che viene chiesto al patrimonio e alla ricchezza allo sforzo per superare la crisi. A cio’ si aggiunge l’intervento fiscale una tantum con una aliquota dell’1,5% a carico dei capitali rientrati in Italia con il cosiddetto “scudo fiscale”. Si aggiungono altresi’ le imposte su taluni beni di lusso (auto di grossa cilindrata, barche, aerei). L’aumento dell’IVA e’ deliberato in 2 punti percentuali a decorrere dal primo settembre 2012, a copertura della clausola di salvaguardia e da attuare solo nel caso in cui sia necessario. In tal modo si evita che scatti la riduzione automatica di tutte le deduzioni e detrazioni fiscali in particolare sulla famiglia. La ridefinizione delle agevolazioni andra’ a finanziarie il Fondo per la Famiglia istituito dal decreto approvato oggi. Viene attuato un pacchetto
antievasione che prevede il divieto di uso del contante per pagamenti superiori ai 1000 euro; i pagamenti telematici per la PA; una fiscalita’ di favore per le imprese individuali e artigiane che consenta l’emersione. E’ stato deliberato un insieme di liberalizzazioni per la vendita di farmaci, per i trasporti, e per gli orari degli eserciti commerciali; vengono potenziale le funzioni dell’Antitrust. Il Governo ha avviato un’azione di selezione e di riordino dei programmi di spesa con l’abolizione di una serie di enti ritenuti non piu’ utili. In particolare, le Province vengono riportate alla funzione di organi di indirizzo e coordinamento. Vengono abolite le giunte, ridotti a 10 i consiglieri provinciali, e ridotte drasticamente le spese in funzioni gia’ svolte da altri enti territoriali. A seguito della nomina a Ministro senza portafoglio del prof. Filippo Patroni Griffi, il Presidente Monti ha comunicato al Consiglio la sua intenzione di conferirgli l’incarico per la pubblica amministrazione e la semplificazione. Il Consiglio ha condiviso l’iniziativa. Successivamente il Consiglio ha approvato, su proposta dei Ministri per gli affari europei, Enzo Moavero Milanesi, e del lavoro e delle politiche sociali, Elsa Fornero, uno schema di decreto legislativo per l’attuazione della direttiva 2008/104, che disciplina la tutela dei lavoratori dipendenti dalle agenzie di lavoro interinale (“agenzie di somministrazione” secondo il decreto Biagi) per migliorare la qualita’ del lavoro svolto da questi impiegati presso imprese utilizzatrici. Sul testo verranno acquisiti i pareri della Conferenza unificata e delle Commissioni parlamentari. Su proposta del Ministro dell’interno, Anna Maria Cancellieri, ed al fine di consentire il completamento delle operazioni di risanamento delle istituzioni locali in cui sono state riscontrate forme di condizionamento da parte della criminalita’ organizzata, e’ stato prorogato lo scioglimento dei Consigli comunali di San Giuseppe Vesuviano (Napoli) e Gricignano d’Aversa (Caserta). Sono stati anche prorogati stati d’emergenza gia’ dichiarati nella citta’ di Roma e nelle province di Sassari, Olbia e Tempio (strada statale SS-OL) per problemi legati al traffico ed alla mobilita’, nonche’ nella Provincia de L’Aquila e nell’intera Regione Abruzzo per il terremoto del 6 aprile 2009. Tenuto conto dell’imminente scadenza di alcune leggi regionali, il Consiglio le ha esaminate ai sensi dell’art.127 della Costituzione. Il Consiglio e’ terminato alle ore 19,35.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Ecco la manovra MONTI: Tagli a Regioni ed enti locali. "Nessuna patrimoniale, l'Iva sale del 2%", 10.0 out of 10 based on 1 rating
5 commenti Commenta
Hoffy
Scritto il 4 dicembre 2011 at 22:56

dovresti cambiare nome con NewsTrader grazie balrock Qui nello specifico:

COSTI DELLA POLITICA

Monti: “Rinunico al mio compenso da premier”

“Nel momento in cui si chiedono sacrifici a tutti i cittadini mi è sembrato doveroso rinunciare al mio compenso come Presidente del Consiglio e ministro dell’Economia”, ha detto il Presidente del Consiglio.

Membri governo dichiareranno tutto il patrimonio
”Per i membri del Governo ci sara’ un criterio di trasparenza a livello delle migliori pratiche internazionali, e abbiamo deciso di ispirare le nostre dichiarazioni patrimoniali al principio di non dichiarare solo quello che prevede la modulistica attuale ma di dichiarare per intero i patrimoni”, ha spiegato il premier.

Eliminate le giunte provinciali
”Non e’ nostro potere abolire le province nel decreto odierno”, ma nel provvedimento abbiamo ”profondamente modificato le province: abbiamo eliminato le giunte provinciali e c’e’ una drastica riduzione del numero consiglieri”, ha detto Monti.

Stop doppi stipendi dei ministri

”I soggetti chiamati all’ufficio della presidenza del consiglio, di ministro e sottosegretario per tutta la durata dell’incarico cessano da qualunque altro trattamento retributivo gravante sul bilancio dello stato”. Lo ha detto il presidente del consiglio Mario Monti leggendo la nuova norma introdotta in manovra.

FISCO, IVA ED EVASIONE

Misure incisive contro l’evasione

Il governo ”ha preso misure significative contro l’evasione fiscale”: gia’ in passato sono stati fatti simili interventi, ma ”vedrete che i nostri provvedimenti sono piuttosto incisivi”. Cosi’ il premier Mario Monti nel corso della conferenza stampa tenuta al termine del cdm.

No ai condoni
”Va esclusa la possibilita’ di ricorrere a condoni”. Lo ha detto il presidente del consiglio Mario Monti nella conferenza stampa al termine del cdm, sottolineando che ”la lotta all’evasione e’ una priorita’ di questo governo”.

Una tantum su capitali scudati

Un prelievo una-tantum dell’1,5% sui capitali fatti rientrare in Italia con lo scudo fiscale. Lo ha annunciato il premier Mario Monti nel corso di una conferenza stampa a palazzo Chigi. Ci sarà un “intervento una-tantum di pari importo dell’imposta di bollo dell’1,5% per i capitali fatti rientrare in Italia con lo scudo fiscale. Questi interventi – ha sottolineato – hanno valore di giustizia”.

Favorevoli alla tassare le transizioni finanziarie

La posizione dell’Italia e’ ora ”piu’ favorevole alla tassazione sulle transazioni finanziarie. Mentre prima la posizione era contraria. Certo non e’ un singolo paese che puo’ prendere un provvedimento di tale genere”. Lo ha detto il premier, Mario Monti, in conferenza stampa.(

Fiscalità non punitiva per le Pmi
La manovra prevede un ”allargamento delle basi imponibili, anche per le Pmi, introducendo pero’ per loro una fiscalita’ non punitiva. Lo ha detto il premier Mario Monti.

Iva, Ici, bollli su conti correnti, tassa auto di lusso, barche e aerei
Il Governo tassera’ le abitazioni, aumentera’ i bolli “e non solo sui conti correnti”, tassera’ le barche sopra i 10 metri, le auto di lusso e gli aerei privati. L’aumento dell’Iva del 2% scattera’ dal primo settembre 2012, a copertura della clausola di salvaguardia e da attuare “solo nel caso in cui sia necessario”.

Nessun intervento sull’Irpef

Nessun aumento delle aliquote massime dell’Irpef, come si era ipotizzato in questi giorni, ma aumento dell’addizionale regionale. Lo ha chiarito il ministro per i Rapporti con il Parlamento Piero Giarda, nella conferenza stampa al termine del Cdm che ha approvato la manovra. “Non ci sono interventi correttivi dell’aliquote Irpef al 41% nè di quella al 43%”, ha chiarito Giarda. Misure che pure erano presenti nelle bozze, tanto che il ministro spiega: “Lo abbiamo compensato con il tentativo di aumentare la partecipazione delle persone fisiche alla spesa sanitaria. Viene leggermente aumentata l’addizionale Irpef con corrispondente diminuzione dei trasferimenti alle Regioni”. Giarda non ha quantificato l’aumento dell’addizionale, ma fonti delle Regioni parlano di un aumento dello 0,33 per cento, dallo 0,9 all’1,23%.

Vietato uso contante sopra i 1000 euro
“Viene attuato un pacchetto antievasione che prevede il divieto di uso del contante per pagamenti superiori ai mille euro”. E’ quanto ha deciso il Consiglio dei ministri.

Irap ridotta a chi assume giovani e donne
Il Governo ridurra’ l’Irap alle aziende con dipendenti giovani e donne. Lo rende noto il ministro per i Rapporti con il Parlamento Giarda.

Imposta di bollo su tutti i prodotti finanziari

Nella manovra del governo ci sara’ un’imposta di bollo sui conti titoli. Lo ha confermato il vice-ministro Vittorio Grilli. “Il precedente governo – ha detto Grilli – aveva introdotto questa piccola imposta di bollo solo per i conti correnti. Ora questa imposta viene estesa a tutti i prodotti finanziari. E’ una piccola patrimoniale sulle attivita’ finanziarie”.

PENSIONI

Fornero: “Evitare privilegi. Metodo contributivo per tutti”
”Abbiamo passato al setaccio il sistema pensionistico per individuare privilegi ed eliminarli o attenuarli”. Lo ha detto il ministro Elsa Fornero, spiegando che si e’ optato per ”un metodo uniforme per il calcolo della pensione: per tutti si calcola con la stessa formula che e’ metodo contributivo. Nessun euro deve essere perso”.

Contributo da pensioni più ricche

”Abbiamo chiesto un contributo di solidarieta’ alle pensioni piu’ ricche e avvantaggiate”. Lo ha detto il ministro del Welfare, Elsa Fornero, in conferenza stampa.

Il ministro Fornero darla di sacrifici e si commuove

Il ministro del Welfare Elsa Fornero si commuove durante la conferenza stampa di presentazione della manovra. Inizia spiegando ”i vincoli finanziari oggi sono severissimi: nessuna riforma nell’anno della sua introduzione da risparmi. E’ un meccanismo lungo. E allora abbiamo dovuto, e ci e’ costato anche psicologicamente, chiedere un sacr…”. Il ministro non termina la frase che sui riferiva al blocco della perequazione delle pensioni.

No al blocco dell’inflazione fino al doppio delle minime

”Grazie ai proventi derivanti dal dal bollo sullo scudo fiscale possiamo dare non meta’ copertura dall’inflazione, come pensavamo, ma piena copertura dall’inflazione, anche per le pensioni comprese tra quella minima che e’ di 480 euro e la doppia della minima”. Lo ha detto il presidente del consiglio Mario Monti.

Pension d’anzianità: uomini a 42 anni, donne a 41 anni
Sulla pensioni di anzianità “abbiamo deciso di lasciare l’anzianità delle donne a 40 anni più uno, perché c’è già, più un mese già scattato. Quindi 41 anni e un mese per le donne. Per gli uomini chiediamo un sacrificio: l’anzianità si acquisisce con 42 anni e un mese dal primo gennaio 2012”. E’ quanto ha spiegato il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, nel corso di una conferenza stampa.

Età minima: donne 62 anni, uomini 66

“L’età minima per andare in pensione sarà di 62 anni per le donne e di 66 anni per gli uomini. Dal 2018 anche le donne dovranno andare in pensione a 66 anni”. Lo ha detto il ministro del Lavoro e della Previdenza sociale, Elsa Fornero, nel corso di una conferenza stampa al termine del Cdm che ha dato il via libera alla manovra finanziaria.

CRESCITA E SVILUPPO

Liberalizzati vendita farmaci e orari negozi
Il Consiglio dei Ministri ha deliberato con la manovra un insieme di liberalizzazioni per la vendita di farmaci, per i trasporti e per gli orari dei servizi commerciali. Vengono potenziate le funzioni dell’Antitrust.

Premiro fiscale a chi mette soldi nelle aziende

”Abbiamo deciso un primo intervento fiscale per favorire chi mette capitale nell’azienda per crescere consolidarsi e fare investimenti, attraverso una sigla che si chiama Ace: si premia fiscalmente il capitale che si mette nelle aziende”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Corrado Passera in conferenza stampa.

In arrivo autorità dei trasporti

Le misure sullo sviluppo contenute nella manovra consentiranno anche di ”aprire il sistema dei trasporti” e per questo ”verra’ messa a punto prossimamente una Autorita’ per l’apertura del settore”. Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Corrado Passera.

Cipe, decine di milardi per nuovi progetti

Il ministro allo Sviluppo, Corrado Passera, annuncia che martedi’ prossimo ci sara’ una riunione del Cipe e che grazie alle nuove regole sulla realizzazione delle infrastrutture varate oggi con la manovra, si sbloccheranno progetti per ”decine di miliardi”.

I NUMERI DELLA MANOVRA

Manovra da 30 miliardi
”Le cifre globali della manovra rispecchiano in toto le richieste della Commissione europea”. Lo ha detto il viceministro all’Economia, Vittorio Grilli in conferenza stampa. L’entità lorda della manovra è di 30 miliardi in tre anni e 20 miliardi netti. Sono state adottate “misure strutturali per 20 miliardi circa per il triennio. Misure strutturali sia dal punto di vista dei conti pubblici sia della crescita, vuol dire che non hanno forma una-tantum, ma hanno carattere strutturale. Di questi 20 miliardi netti ci sono circa 30 miliardi lordi di interventi”.

Scritto il 4 dicembre 2011 at 23:09

Iva del 2% un bel regalo di Natale per gli italiani …. sarà un Babbo povero…

Belle sorprese all’ACI dall’anno prossimo per i bolli delle auto sopra i 230cavalli, forse giusto. Si prospettano fior fior di occasioni nel mercato dell’usato prossimamente :)

Per il resto…. le lacrimuccie commoventi possono evitarsele…. le nostre bastano abbondantemente per un’ennesima alluvione……

Scritto il 4 dicembre 2011 at 23:15

domani la parola è alla camera…vediamo che combinano

Scritto il 4 dicembre 2011 at 23:16

Ferravix:
Iva del 2% un bel regalo di Natale per gli italiani …. sarà un Babbo povero…

Belle sorprese all’ACI dall’anno prossimo per i bolli delle auto sopra i 230cavalli, forse giusto. Si prospettano fior fior di occasioni nel mercato dell’usato prossimamente

Per il resto…. le lacrimuccie commoventi possono evitarsele…. le nostre bastano abbondantemente per un’ennesima alluvione……

ti vendo la mia:-(( se penso a quanto pagherò di bollo mi viene l’ansia

Scritto il 5 dicembre 2011 at 10:47

Ferravix,

già prenotato il meccanico per depotenziare la mia Fiat 128 Coupè

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute