Archivi tag: germania

Scritto il alle 11:30 da carloscalzotto@finanza

  Soldi in Svizzera, dal 21 dicembre si tassano. Scatta il condono tombale. Ventuno dicembre: chi ha messo i propri soldi in Svizzera pensando così di sfuggire al fisco italiano si ricordi questa data.  Perché quel giorno Berna e Roma … Continua a leggere

Scritto il alle 11:37 da carloscalzotto@finanza

  L’accordo raggiunto a Bruxelles è in realtà un passo indietro rispetto al piano approvato a giugno.  Le esigenze elettorali di Angela Merkel e l’irresponsabilità collettiva hanno prevalso. Angela Merkel ha voluto rinviare la nomina di un nuovo supervisore per … Continua a leggere

Scritto il alle 09:05 da Agata Marino

  “Mario Draghi ci fa sapere che la situazione migliora, ci sono segnali di ottimismo”. Forse è riferito alle banche o ai nostri indici di borsa perchè l’economia reale sta soffrendo un periodo nero. Comunque l’accenno alla ripresa lo ha … Continua a leggere

Scritto il alle 11:11 da carloscalzotto@finanza

  Quattro ISTITUTI AUTOREVOLI infatti l’hanno MESSA IN GUARDIA, in quanto nelle previsioni per il 2013 hanno ridotto della metà le stime della crescita tedesca. I quattro istituti – Ifo di Monaco di Baviera, IfW di Kiel, IW a Halle … Continua a leggere

Scritto il alle 10:00 da carloscalzotto@finanza

Dopo due salvataggi importanti e un cambio nel governo, la Grecia sta ancora lottando per ridurre la  montagna di debiti. Mentre è ormai chiaro che ci vorrà ancora un altro piano di aiuti di almeno 20 miliardi di euro per … Continua a leggere

Scritto il alle 07:34 da Agata Marino

Tenendo conto di tutti i debiti, anche di quelli impliciti e cioè quelli che si formerebbero nel futuro prossimo calcolando l’invecchiamento della popolazione e le relative spese previdenziali, di assistenza sanitaria e di welfare in genere, troviamo come nella maggior parte dei paesi analizzati, la percentuale di debito su PIL sia molto più alta di quella indicata da Maastricht e di quella ufficiale esplicita.

Continua a leggere

Scritto il alle 07:14 da carloscalzotto@finanza

Krugman è lapidario, punta il dito dritto con la Germania e il suo elettorato, spaventato e persuaso dalla paternalista e falsa narrazione dei suoi politici e economisti: “Se vuole salvare l’euro, la Germania lasci fare alla Bce tutto ciò che è necessario per soccorrere gli stati debitori senza pretendere in cambio altre inutili sofferenze”.

Continua a leggere

Scritto il alle 13:49 da Agata Marino

Ecco come è cresciuto il debito, in questi giorni iniziano le saghe cinematografiche dei politici che ci hanno ridotto in questo stato ma da quello che sento e leggo… tante promesse ma il vecchio anche se promette non dovrebbe più … Continua a leggere

Scritto il alle 09:29 da carloscalzotto@finanza

    In un post precedente scrissi che l’iniezione di fiducia anti speculazione da parte delle Banche Centrali, aiuterà temporaneamente gli operatori finanziari a vedere un barlume di sereno. Ma nel marasma dell’architettura di questa ingegneria finanziaria, i conti però, … Continua a leggere

Scritto il alle 17:42 da Agata Marino

La Commissione europea prova ad accelerare sull’unione bancaria. La Bce dovrebbe cominciare a vigilare su alcune banche europee già all’inizio del 2013 e su tutte quelle della zona euro dal 2014. Tempi più lunghi per centralizzare la gestione delle crisi … Continua a leggere

Scritto il alle 11:49 da carloscalzotto@finanza

  l’euro non è nei guai. sono le persone ad esserlo!   Una delle frasi pronunciate più di frequente negli ambienti economici negli Stati Uniti (e, in misura minore, in Europa) è: “L’euro sta per crollare.” Coloro che ripetono più … Continua a leggere

Scritto il alle 17:03 da carloscalzotto@finanza

  Merkel “con ok Esm un buon giorno per Ue”. Ma boccia la supervisione bancaria unica – “Un buon giorno per la Germania e un buon giorno per l’Europa”: cosi’ il cancelliere tedesco Angela Merkel ha commentato l’ok condizionato della … Continua a leggere

Scritto il alle 10:01 da carloscalzotto@finanza

  Il verdetto non ha sorpreso nessuno: la corte costituzionale tedesca ha dato il via libera al Meccanismo europeo di stabilità, garantendo la sopravvivenza dell’euro. A condizione che qualsiasi aumento del fondo salvastati sia sottoposto all’approvazione di Berlino. Le prime reazioni … Continua a leggere

Scritto il alle 09:41 da Agata Marino

  L’11 settembre la Corte costituzionale tedesca ha respinto la richiesta presentata dal deputato conservatore Peter Gauweiler di rinviare la decisione sulla ratifica delle leggi sul Meccanismo europeo di stabilità e sul Patto di stabilità di bilancio. La decisione è … Continua a leggere

Scritto il alle 11:21 da balrock@finanzaonline

Good news, la Corte Costituzionale tedesca smentisce il possibile rinvio della decisione sul fondo salva stati in programma per il 12 settembre, secondo la Corte non ci sono i motivi per uno slittamento: ”Il rinvio della data della sentenza non … Continua a leggere

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: gooser1973@gmail.com agamarino@gmail.com SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute