Carburanti: partenze di Ferragosto in compagnia del caro benzina

Scritto il alle 11:04 da [email protected]

Viene in mente uno vecchio slogan di una pubblicità della Lavazza che potremo adattare benissimo ai carburanti: ” Più li mandi giù, e più tornano su“. Infatti nonostante le campagne del fine settimana con la guerra ai ribassi, gli altri giorni i prezzi alla pompa subiscono delle impennate. Gli aumenti dei prezzi e delle accise(l’ ultima grazie all’ Agenzia delle Dogane), è un’ accoppiata vincente per far volare i carburanti. La verde viaggia sopra 1,89 euro al litro e il diesel intorno a 1,80 euro, ma le brutte notizie non finiscono qui. Nella prossima settimana si teme che i rincari potrebbero insidiare il record fatto segnare dalla benzina lo scorso aprile a 1,918 euro al litro, questo secondo le previsioni della Figisc-Confcommercio. Tutto questo si riversa inevitabilmente sui consumatori che non possono fare a meno dell’ automobile, basti pensare che nel 2011 il 65,5% degli spostamenti in Italia sono stati effettuati tramite automobile. Lo scorso anno, il numero di spostamenti in auto è addirittura cresciuto dell’1,3% rispetto al 2010 (quando gli spostamenti effettuati in auto rappresentavano il 64,3% del totale). Dopo le quattro ruote, sempre secondo dati Isfort, gli italiani prediligono: gli spostamenti effettuati a piedi o in bici (18,8%), con i mezzi pubblici (11,4%) o in moto (4,2%). Nonostante l’ auto costi parecchio, se si includono anche bollo e assicurazione, gli italiani non rinunciano alle proprie vetture.

Ecco le stime del Codacons:

”Una maxi-stangata di Ferragosto quella che si troveranno ad affrontare gli automobilisti che tra oggi e domani si sposteranno lungo strade e autostrade italiane. Le stime ufficiali parlano di 12 milioni di italiani in viaggio per Ferragosto che, considerati gli abnormi incrementi dei carburanti e una media di 3 pieni per raggiungere le mete di villeggiatura e rientrare a casa, dovranno sborsare solo per benzina e gasolio complessivamente ben 560 milioni di euro in piu’ rispetto ad agosto 2011. Il maxi esborso legato ai carburanti accorcera’ i giorni di villeggiatura degli italiani, e avra’ effetti disastrosi sui consumi delle famiglie sia durante le vacanze, sia al ritorno dalle ferie. Effetti negativi che raggiungeranno il loro apice negativo nel prossimo mese di settembre”.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Nessun commento Commenta

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute