Cerca nel Blog

Continuerà la salita dello US OIL?

Scritto il alle 12:17 da luca luongo

E’ passato tanto tempo dall’ultima volta che il petrolio (o US OIL) non tentava un rimbalzo del genere. In questo articolo andremo ad analizzare la situazione attualmente in atto e scopriremo se tutto questo avrà un seguito oppure ritraccerà per continuare la sua corsa ribassista.

Da un punto di vista dei dati macroeconomici possiamo notare come le scorte al momento si siano dimezzate, ma anche le ultime parole  da parte dell’OPEC hanno rassicurato gli investitori.

Anche da un punto di vista del COT possiamo vedere come gli investitori si stiano “svegliando” cominciando a riacquistare contratti long su questa materia prima. Possiamo vedere i seguenti numeri:

  • Due settimane fa, avevamo le Net Position a 274.271 contratti ed un Cot Index al 22%.
  • La scorsa settimana invece (data dell’ultima rilevazione), abbiamo notato una diminuzione delle Net Position ed un aumento del Cot Index.

Perciò al momento questi dati ci fanno ben sperare in una continuazione del trend rialzista in atto (o rimbalzo).

Da un punto di vista grafico invece come si presenta la situazione?

Da un punto di vista grafico la situazione al momento si presenta rialzista, infatti possiamo vedere come:

  1. Medie Mobili come quelle a 21 e 7 periodi siano al di sotto del prezzo (in questo momento in cui vi sto scrivendo), mentre quella di lungo periodo (50 periodi) sia ancora al di sopra delle candele che si sono venute a formare negli ultimi giorni.
  2. MACD che sta cercando di tornare al di sopra dello 0.
  3. RSI che si trova vicino alla zona di ipercomprato.

Questi tre punti ci fanno sperare ad un trend rializista da parte del petrolio, ma ricordiamoci che per essere certi che sia in atto un trend rializista, il prezzo deve almeno rompere la resistenza a 54,00$.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Continuerà la salita dello US OIL?, 10.0 out of 10 based on 1 rating
3 commenti Commenta
morgann
Scritto il 11 febbraio 2015 at 13:32

OIL – Se la flessione era dovuta a eccesso di offerta, non credo che quella si sia ridotta in un amen– Ergo questo rally non si giustifica. – Diversamente si vedra’ – Credo che per un oil a 20/30 abbia, nelle banche centrali impegnate a combattere la deflazione, forse degli avversari

frimba
Scritto il 11 febbraio 2015 at 13:34

se rompe in close la 21 daily rivediamo i minimi.

Scritto il 12 febbraio 2015 at 15:12

Settimana molto strana, il piccolo canale che si è venuto a creare questa settimana mi fa pensare ad una fase al momento di lateralità. Dipenderà dove romperà prima il prezzo, per cercare di capire se siamo in presenza di trend rialzista o ribassista.

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
Commenti dal nostro blog
indici di borsa e principali valute