Le tecnologie anti-abuso il punto della situazione su FDA

Scritto il alle 11:03 da Matteo

Come già anticipato da Gooser iniziamo una serie di articoli che va ad affrontare il problema dell’abuso dei farmaci cercando di focalizzarci sulle tecnologie in campo di chi si sta occupando del problema e sulla visione che FDA ha della situazione. Proprio da quest’ultimo punto, anche se un po’ noioso, partiamo per cercare di definire il contesto in cui ci muoviamo che è fondamentale per quello che diremo in futuro cerchiamo, quindi, di concentrarci nell’esaminare attentamente quanto iniziamo a dire di seguito.

A Gennaio 2013 FDA fa uscire una guida per l’industria in forma di Draft dal titolo: “Abuse Deterrent Opioids — Evaluation and Labeling “ in tale documento vengono buttate giù le linee guida da seguire per poter attribuire ad un farmaco la proprietà anti-abuso.
Nel documento viene indicato chiaramente quali sono le prove e gli studi che devono essere effettuati per mettere in grado FDA di poter dare approvazione, in realtà viene anche detto che il problema dell’abuso è relativamente nuovo e che quindi la situazione può essere soggetta ad evoluzione ed in questo senso nel documento viene chiaramente detto che l’atteggiamento dell’ente è aperto a nuove considerazioni e suggerimenti in pratica mantenendo una visione a 360 gradi del problema arrivando ad incoraggiare l’industria a proporre strade alternative.
In questo senso la guida si configura come una serie di raccomandazioni piuttosto che come una lista di requisiti da soddisfare rimanendo però al centro il fatto che la problematica riguardante l’utilizzo sbagliato dei farmaci è da considerarsi a priorità alta.

FDA in questa guida mantiene un approccio molto empirico che parte proprio dalla realtà dei fatti; esistono nella pratica, infatti, 6 forme distinte di possibili azioni contro la manipolazione di un farmaco e che di seguito elenchiamo:
creazione di barriere fisico chimiche, che impediscono la possibilità di masticare, rompere, tagliare, grattare e macinare il farmaco piuttosto che scioglierlo in solventi come acqua, alcol o solventi di varia natura al fine di ottenere un effetto di concentrazione del principio attivo;
utilizzo di combinazioni agoniste/antagoniste, in pratica inserendo un antagonista dell’oppioide in questione che si attiva al momento della manipolazione riducendone l’effetto drogante;
creazione di barriere sensoriali, che producono al momento della manipolazione un effetto spiacevole per chi ne vuole abusare;
sistemi di delivery, che proprio per costruzione possano rendere impossibile l’abuso da parte del paziente
prodrug, che attivano l’azione dell’oppioide solo al momento del contatto con il sistema gastro intestinale
combinazioni delle precedenti, in pratica utilizzando combinazioni delle precedenti.

A questo elenco si aggiungo tre categorie di studi da eseguire in sequenza e da fare prima della commercializzazione per la valutazione delle effettive caratteristiche di resistenza alla manipolazione del farmaco e che andiamo ad analizzare nel dettaglio.

Categoria 1 prove di laboratorio
FDA nella categoria 1 entra nel merito di quali test di laboratorio devono essere eseguiti cercando di elencare tutte le prove che devono essere fatte per dimostrare le proprietà anti-abuso. Qui secondo me c’è il primo problema per le aziende che vogliono sviluppare farmaci che garantiscano una certa protezione alla manipolazione, il perché è poi molto semplice le modalità con cui si possono manipolare sono veramente tantissime ed FDA elenca una serie di test per ognuna di queste forme e la lista di risultati che devono essere prodotti. Per farvi un’idea della quantità di cose che devono essere verificate di seguito vi lascio nella sua lingua originale una lista non assolutamente esaustiva che elenca i principali metodi di abuso e le possibili proprietà che una formulazione dovrebbe dimostrare di avere per disincentivare tale pratica:
crush/grind/grate
.. high mechanical strength or viscoelastic properties
.. maintain intended rate and extent of drug absorption upon reduction in particle size
.. maintain properties over large range of temperatures
mastication
.. resistance to fracturing and particle size reduction in the presence of saliva
.. have a mechanical force higher than human bite-force
intravenous injection
.. high syringeability and injectability forces
.. resistant to filtration
.. resistant to particle size reduction and rapid dissolution
nasal insufflation
.. poor flow properties of crushed product
.. resistant to particle size reduction
.. high product mass needed for inhalation to achieve euphoric effects
.. use of aversive agent to cause nasal irritation and discomfort
inhalation by vaporization
.. low product char temperature
.. lower vapor pressure of active ingredient
ethanol co-ingestion
.. non-accelerated dissolution of drug in ethanol
.. devoid of ethanol sensitive coatings and excipients
multiple oral dose administration
.. aversive agent that is effective at low doses
.. drug absorption is not dissolution dependent
.. presence of multiple doses inactivate drug release and dissolution
heating/microwaving
.. excipients remain stable at high temperatures (e.g. high Tg polymers)
.. active ingredient unstable at prolonged high temperatures
.. product inactivates under electromagnetic radiation or high thermal events
freezing
.. resistant to particle size reduction when placed into a freezer, dry-ice, or liquid nitrogen
.. excipients remain stable at low temperatures (e.g. low Tg polymers)
solvent extraction
.. resistance to solvents of various pH, ionic strength, and temperature
.. multistep extraction processes

Categoria 2 studi farmaco cintetici
L’obiettivo della categoria 2 è quello di capire le proprietà del farmaco intatto rispetto a quello manipolato comparando i profili farmaco cinetici come: concentrazione massima (Cmax); tempo per arrivare alla massima concentrazone (Tmax); area della curva (AUC0-t and AUC0-8) e relativi porzioni a diversi tempi.

Categoria 3 studi clinici su attività potenziali di abuso
Nella Categoria 3 FDA indica quali sono gli studi clinici consigliati per evidenziare le proprietà anti-abuso di un farmaco. Lo studio preferito è il classico doppio cieco randomizzato con lo scopo di capire la probabilità che la formulazione possa essere di attrazione per chi vuole abusarne. Entrando nel merito di quanto scritto abbiamo le seguenti linee guida così raggruppate:
1 ) doppio cieco randomizzato;
2 ) fase di pre qualificazione, per incrementare le possibilità di intercettare differenze del potenziale abuso nelle varie formulazioni del farmaco e del placebo;
3 ) fase di assestamento, per verificarne le proprietà mediante confronto con una formulazione che serve da controllo;
4 ) soggetti, che vanno trovati tra coloro che hanno già esperienze di abuso di farmaci;
5 ) selezione delle dosi, modalità di manipolazione, modalità di somministrazione e preparazione dei campioni sempre nell’ottica di chiarire quali sono le forme di abuso possibili;
6 ) misure raccolte ed interpretazione dei dati
7 ) strumenti per valutare il potenziale anti abuso come indicazioni visive e lo stato emotivo del paziente
8 ) Analisi statistiche

Categoria 4 studi postmarketing
Necessari per capire se dopo la vendita il prodotto rimane valido nella sua capacità di opporsi ai vari abusi o se i clienti trovano vie diverse di manipolazione e indicando chiaramente che il processo di analisi e test continua dopo la commercializzazione.

Questo in estrema sintesi quanto troviamo scritto nella guidance di FDA e in risposta a tale documento nel panorama bio troviamo tre tipologie di azioni che le aziende interessate a tali tematiche stanno intraprendendo: aziende che hanno sposato tale documento e che stanno sviluppando tecnologie per cercare di rendere impossibile l’abuso mediante le azioni sopra descritte e che si sono spinte anche un po’ più avanti rispetto ai singoli assi sopra citati (tra queste troviamo per esempio TEVA, IPCI, DRRX, PTIE, PFE, ELTP, Purdue, ENDP, PFE ); aziende che cercano di trovare soluzioni alternative a problemi specifici per esempio per il dolore si cercano principi attivi che siano nativamente privi degli effetti di euforia e che tanto sono cercati da coloro che vogliono abusare del farmaco (tra queste troviamo per esempio CARA); aziende che cercano di porre rimedio al problema nei momenti immediatamente successivi all’abuso mediante farmaci che cercano di assorbire il principio attivo presente nell’organismo in dosi eccessive (tra queste troviamo per esempio VERDE).

Ultimo elemento da prendere in considerazione è la riunione che FDA ha fatto a fine Ottobre per sentire il polso delle aziende sul tema dell’anti-abuso, purtroppo quello che è venuto fuori è un quadro di estrema confusione e disaccordo circa le “regole” fino ad ora stabilite su questo tema.
Effettivamente non è facile dare torto a tale posizione la stessa FDA ha fatto delle mosse poco chiare per esempio con l’approvazione del farmaco di ZGNX che è stato poi fermato per l’intervento del Senato americano e che non ha nessuna caratteristica anti-abuso. Attualmente l’unica cosa che sappiamo è che i farmaci ai quali è stata concessa la label abuse-deterrent sono tre Targiniq, Embeda e una riformulazione di Oxycotin.
Su tutto il tema principale sembra essere quello che limitare gli anti dolorifici a solo quelli con etichetta anti-abuso e considerando le poche tecnologie in gioco potrebbe portare ad una diminuzione della disponibilità dei farmaci con conseguente aumento dei prezzi.
La stessa FDA mediante le parole del Dr. Janet Woodcock ci dice che la tecnologia anti-abuso è alla sua infanzia e che FDA non è intenzionata a rimuovere dal mercato gli oppioidi che mancano di tale proprietà nel medio breve periodo, ma non ci dice, aggiungo io, che non ne approverà di nuovi senza tale proprietà.

Quello che posso dirvi io è che effettivamente non è banale per un’azienda capire cosa vuol dire anti-abuso la stessa FDA, nonostante il documento a tratti sia molto chiaro, non sa bene cosa vuol dire. Non ci rimane che armarsi di molta pazienza e seguire con attenzione le aziende che ci stanno provando. Attualmente gli scenari possibili sono tre: il primo è quello che lascia le cose così come sono con tempi ignoti molto probabilmente lunghi prima di vedere qualcosa di concreto; il secondo è quello che qualche big pharma inizi a sentirsi forte sull’argomento ed cominnci a fare pressione in tal senso; il terzo ed ultimo è qualche tecnologia veramente fuori dell’ordinario che potrà da sola fare le regole del gioco.
Vi lascio dicendovi che nei prossimi articoli ci sposteremo sulle aziende tenendo sempre in mente questo articolo e queste ultime riflessioni per capire se sarà possibile intercettare quale scenario possa essere il più promettente.

Matteo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Le tecnologie anti-abuso il punto della situazione su FDA, 10.0 out of 10 based on 1 rating
106 commenti Commenta
bisanzio
Scritto il 11 novembre 2014 at 11:33

MIHIIIIIIIIIIIIIII
NON CI POSSO CREDERE…….
SONO IL PRIMESIMO…….GOLD MEDAL!!!!
A PARTE GLI SCHERZI…GRAZIE A TUTTI DI (RE)ESISTERE :mrgreen::mrgreen::mrgreen:

papi67
Scritto il 11 novembre 2014 at 12:08

secondesimo, quanto lavoro Matteo.

Scritto il 11 novembre 2014 at 13:47

papi67@finanza:
secondesimo, quanto lavoro Matteo.

La second parte sara’ un confronto tra le varie piattaforme alla ricerca di quella migliore… Il materiale e’ nelle mani di Matteo vediamo cosa tira fuori ihihihihi

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 14:37

Complimenti Matteo e grazie – Gran lavoro

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 14:41

CUR – PAPI , sicuro che Sheff abbia aperto una posizione su Cur ? Anch’io uso investor hub per dare un’occhiata ogni tanto a cosa combina Sheff, ma io non vedo posizioni aperte su Cur , non e’ aggiornato?

Matteo
Scritto il 11 novembre 2014 at 14:48

morgann@finanza:
CUR –PAPI , sicuro che Sheff abbia aperto una posizione su Cur ? Anch’io uso investor hub per dare un’occhiata ogni tanto a cosa combina Sheff, ma io non vedo posizioni aperte su Cur , non e’ aggiornato?

http://investorshub.advfn.com/boards/read_msg.aspx?message_id=108021227

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 14:59

Matteo: http://investorshub.advfn.com/boards/read_msg.aspx?message_id=108021227

Grazie Matteo – infatti a me questa parte manca :wink:

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:17

WAG – Grossa vendita di un insider 8mln – Dimezzo grossa posizione (+/- 10% gain -contento- )

LupoCaneSecco
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:22

Ciao a tutti !!

Grande Matteo!!

Sgobba per noi !! :P:P:mrgreen:

Oggi raddoppio CUR in apertura penso sia giunto il momento di andare All in…e poi aspetto Fine GENNAIO 2015….

LupoCaneSecco
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:24

Quella mediatona a 2.20$ potrebbe rivelarsi davvero una grandissima figata!!

:lol: :mrgreen: :?:

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:36

CUR + 50% 2.9475 – cldx +100% a 14.76 WAG -50 %( bingo) :mrgreen: ALEEEEEEE’

frimba
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:41

Grazie matteo articolo molto chiaro e ricco di info!!!

frimba
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:43

morgann@finanza:
CUR + 50% 2.9475 – cldx +100% a 14.76 WAG -50 %( bingo) ALEEEEEEE’

in che senso morgan cur +50% e cldx +100%??come fai a fare +100% su cldx??????oppure ho capito male io?

frimba
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:44

partita bene cldx :evil: ..vediam se come al solito si rimangia salita del giorno prima.

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:51

frimba@finanza: in che senso morgan cur +50% e cldx +100%??come fai a fare +100% su cldx??????oppure ho capito male io?

MAGARI sono incrementi e decrementi di portafoglio :D

frimba
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:53

frimba@finanza: in che senso morgan cur +50% e cldx +100%??come fai a fare +100% su cldx??????oppure ho capito male io?

intendi che hai aumentato l esposizione??il famoso raddoppio di cui parlavi ieri?

frimba
Scritto il 11 novembre 2014 at 15:56

morgann@finanza: MAGARIsono incrementi e decrementi di portafoglio

si ci sono arrivato poco dopo :mrgreen:

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 16:12

CLDX – fRI

frimba@finanza:
partita bene cldx ..vediam se come al solito si rimangia salita del giorno prima.

Hai trovato qualche news? a me e’ arrivata una mail per inizio di fase 1 di ONT-10 con CDX 1127 ma mi sembra esagerato +12% :?:

raga53
Scritto il 11 novembre 2014 at 16:20

salve a tutti, cosa fare con oxgn, incrementare o liberarsene?

frimba
Scritto il 11 novembre 2014 at 16:21

morgann@finanza:
CLDX – fRI

Hai trovato qualche news? a me e’ arrivata una mail per inizio di fase 1 di ONT-10 con CDX 1127 ma mi sembra esagerato +12%

questo del 7 /11

http://www.nasdaq.com/press-release/celldex-presents-varlilumab-proof-of-concept-data-at-sitc-annual-meeting-2014-20141107-00564

e questa di ieri

http://www.nasdaq.com/press-release/oncothyreon-and-celldex-therapeutics-announce-initiation-of-combination-immunotherapy-clinical-20141110-01236

altro non trovo…cmq non la prima volta che si spara dei +10 senza news (che poi la news ieri c era)

papi67
Scritto il 11 novembre 2014 at 16:21

frimba@finanza:
partita bene cldx ..vediam se come al solito si rimangia salita del giorno prima.

recupera bene per ora.

frimba
Scritto il 11 novembre 2014 at 16:22

frimba@finanza: questo del 7 /11

http://www.nasdaq.com/press-release/celldex-presents-varlilumab-proof-of-concept-data-at-sitc-annual-meeting-2014-20141107-00564

e questa di ieri

http://www.nasdaq.com/press-release/oncothyreon-and-celldex-therapeutics-announce-initiation-of-combination-immunotherapy-clinical-20141110-01236

altro non trovo…cmq non la prima volta che si spara dei +10 senza news (che poi la news ieri c era)

cmq non sta reagendo male oggi,dopo il +10 mi aspettavo di peggio,se indice continua a salire chiude verde :mrgreen:

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 16:35

SNTA – Grande rimpianto, non ci ho creduto- uscito in pari a 2.90…. merd :oops:

LupoCaneSecco
Scritto il 11 novembre 2014 at 16:44

morgann@finanza:
SNTA – Grande rimpianto, non ci ho creduto- uscito in pari a 2.90…. merd

Secondo me Morgann sei in tempo alla grande…

Ci sono stati acquisti milionari a 4$ da parte degli insider….

Ma forse già lo sai..

tisssscali
Scritto il 11 novembre 2014 at 17:03

assurdo OXGN va a picco pure oggi :(

bene71
Scritto il 11 novembre 2014 at 17:09

tisssscali@finanzaonline:
assurdo OXGN va a picco pure oggi

:evil::evil:

manut2003
Scritto il 11 novembre 2014 at 17:14

bene71@finanzaonline,

Ragazzi io lancio un’opa su OXGN adesso praticamente vale meno di quello che ha in cassa cosi poi chiedo il chapter 11 e divento ricco ahahahah

LupoCaneSecco
Scritto il 11 novembre 2014 at 17:23

CUR

In poco tempo 1 Mese dovrebbe andare a 5$…
Poi se l’ entusiasmo e la speculazione spingono nulla vieta traguardi ben più alti…

bene71
Scritto il 11 novembre 2014 at 17:27

LupoCaneSecco@finanza:
CUR

In poco tempo 1 Mese dovrebbe andare a 5$…
Poi se l’ entusiasmo e la speculazione spingono nulla vieta traguardi ben più alti…

non ti sbilanciare, quando l’hai fatto cytr…….. :mrgreen::mrgreen:
anche se devo riconoscere che è stato il tuo unico errore per ora, ma l’unico su cui ti ho seguito :mrgreen:

bene71
Scritto il 11 novembre 2014 at 17:30

amarin a livelli da chapter 11, a questi livelli lancerei un opa se fossi in Glaxo (LOVAZA)

gnappo
Scritto il 11 novembre 2014 at 17:33

LupoCaneSecco@finanza:
CUR

In poco tempo 1 Mese dovrebbe andare a 5$…
Poi se l’ entusiasmo e la speculazione spingono nulla vieta traguardi ben più alti…

Addirittura??? Quanto spero tu abbia ragione!!! :wink: :mrgreen: :arrow:

gnappo
Scritto il 11 novembre 2014 at 17:34

gnappo@finanza: Addirittura??? Quanto spero tu abbia ragione!!!

Comunque…ricordo ancora quando quotava 0,70….. 8O

manut2003
Scritto il 11 novembre 2014 at 18:11

domani c’è la trimestrale di OXGN VERO?
Speriamo bene….

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 18:47

o madonna sono andato con gli amici a far merenda e cosa mi ritrovo….. :mrgreen:

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 18:52

LupoCaneSecco@finanza: Secondo me Morgann sei in tempo alla grande…

Ci sono stati acquisti milionari a 4$ da parte degli insider….

Ma forse già lo sai..

Magari, ma che nervoso – e’ colpa del giuramento di non piu small nell’oncologia azzo straazzo – E che non credevo tanto in ganetestip o come diavolaccio si chiama- grrrrrrrr- ora non posso piu’ entrare – tu?

LupoCaneSecco
Scritto il 11 novembre 2014 at 18:53

Ragazzi !!
Io non sono mai entrato nella discussione degli short e della manipolazione del mercato semplicemente perchè non ci credo!!
O meglio…

Sono così sicuro e tranquillo che il Problema esiste ed è sempre esistito che non me lo pongo nemmeno più !!

Facciamo un paragone…anzi una similitudine!
Gli shorter sono come quelle infezioni, comuni batteri,virus, micosi che ci sono sempre e con le quali il tuo corpo ( Mercato ) convive tutti i giorni senza tuttavia ammalarsi…
A meno che il tuo sistema immunitario non sia a livelli troppo bassi per poterle combattere…

Gli anticorpi sono…

Il Management dell’ azienda
I catalysts
L’ andamento generale dell’ Economia!!
La nostra capacità di stare lontano dagli ambienti infetti e malsani…

Il management dell’ azienda deve essere in grado di gestire bene le finanze di comunicare in modo chiaro le sue decisioni e le strategie aziendali , dimostrare di credere per primo nella propria azienda e nelle proprie tecnologie (AcQUISTO DI AZIONI) e soprattutto non venire mai meno a ciò che ha promesso..

I Catalyst quelli veri servono con il loro avvicinarsi a spazzare via la pressione ribassista degli shorter non c’è bisogno che vi spieghi perchè…

Tutto ciò non può che sottostare comunque alle leggi di mercato e all’andamento dell’ Economia generale !
Negli storni (che a questo punto paragonerei all’ inverno freddo e gelido in cui è più facile ammalarsi!) non puoi salvarti dallo shorts!!

La nostrta capacità di stare lontano dagli ambienti malsani invece non è altro che la capacità di giudicare il titolo e di entrare nel titolo al momento giusto !!
Il TIMING e la capacità di individuare i CATALYSTS…

Se entriamo in un titolo e per mesi siamo in balia dello short…significa solo che siamo entrati nel momento sbagliato e che non siamo stati abbastanza bravi nella nostra ricerca su di esso!!

Due esempi concreti che ci riguardano…

CUR e CYTRX

Entrare in NEURALSTEM ad AGOSTO è stato un palese errore sebbene ci fossero tutti i segnali per capire che non poteva salire ancora a lungo e che il titolo aveva davanti mesi prima del vero catalyst !
Le notizie che vengono date in pompa magna tipo” Neuralstem inizia il trials nella tal patologia …oppure Neuralstem dosa il primo paziente nella tal altra malattia …
non sono affatto buone news…
Agli occhi del mercato significano solo anni di spese e studi ed ecco che Le nostre difese si abbassano e arrivano inesorabili gli shorter con i loro articoli e dubbi e gli speculatori che si accodano e quelli che la vogliono comprare bassa che fan festa e giù col massacro…

Non è colpa degli shorter loro fanno il loro sporco , sporchissimo lavoro…

Ma l’ errore l’ abbiamo fatto noi ad entrare….Mi capite??
non ci saremmo dovuti proprio essere in mezzo a quel CAOS…
E’ in questi momenti che l’ azienda deve intervenire per dissipare i dubbi ribattendo colpo su colpo
e magari acquistando azioni Dando dati e DATE certi…
CUR è guarita dalla malattia non appenea è comparsa una data certa per i risultati sulla SLA e due mesi sono veramente pochi…voleranno come la quotazione!!!

Che provino ora a shortare un titolo che è a soli 2 mesi da un GROSSO catalyst che potrebbe portare addirittura ad una approvazione accelerata (Basata solo che si parli della possibilità eh! :!: )

CYTRX invece è un ‘ altra cosa …
Rientra nella stessa categoria di CUR per molti aspetti ma per altri non si poteva fare nulla…
Ci siamo basati su dati sbagliati perchè qualcuno ha Imbrogliato le carte…non ci potevamo difendere in nessun modo…
Ma varrà lo stesso discorso uguale identico anche per lei con l’ avvicinarsi di ASCO 2015 e dei vari catalysts non ci sarà storia e la quotazione non potrà far altro che salire . Il fondo penso che sia stato toccato (e qua mi tocco io!! :mrgreen: ) e se si è mediato bene non ci saranno problemi nel rivedere un bel verde intenso !!

Sia CUR che CYTRX poi hanno in comune una cosa che ci dovrebbe fare stare tranquilli e che rende possibile attendere che la febbre passi…una bella cassa piena CYTRX soprattutto e questo è paragonabile ad un corpo forte e sano in grado di resistere tranquillamente all’ infezione e alle cure senza essere intaccato!!

Ripeto che secondo me per CUR i problemi sono finiti per CYTRX dobbiamo avere pazienza e fiducia e se vogliamo uscire prima dei risultati in sicurezza ed in verde dobbiamo per forza mediare..
Se invece crediamo nella validità del loro farmaco medieremmo/incrementeremo a maggior ragione NO??

A voi…

morgann
Scritto il 11 novembre 2014 at 18:58

LupoCaneSecco@finanza: Secondo me Morgann sei in tempo alla grande…

Ci sono stati acquisti milionari a 4$ da parte degli insider….

Ma forse già lo sai..

LUPO io ero rimasto che gli acquisti milionari del ceo erano a 2.91 o giu di li a te cosa risulta?

gabusi
Scritto il 11 novembre 2014 at 19:20

LupoCaneSecco@finanza:
CUR

In poco tempo 1 Mese dovrebbe andare a 5$…
Poi se l’ entusiasmo e la speculazione spingono nulla vieta traguardi ben più alti…

Morgann!!! Poi sono io il supporter!!! :mrgreen:

Scherzi a parte, Lupo, te l’ho già detto che la tua mediata di qualche settimana fa mi faceva invidia? Mmmmhh.. si, già detto :mrgreen:

Sul discorso seguente e l’irrilevanza degli short di fronte a dati certi, non sono del tutto d’accordo (in parte sì) per due motivi:
-primo, se lo shorter in tempi di “malattia” ti dimezza la quotazione rimanendo sotto la soglia critica dei 5 dollari, la salita successiva potrebbe non infrangere la fatidica soglia, sopra alla quale comprano anche i grossi fondi (regole negli statuti di molti fondi: non si acquistano azioni quotate meno di 5 dollari) quindi lo shorter ha fatto un bel danno
-secondo, in CUR è mancata una delle componenti che citi anche tu: l’acquisto di azioni da parte degli insider. O se c’è stato, è stato di piccola entità. Questo io credo sia stato il più grosso errore di gestione finanziaria durante il ribasso, perchè come hai fatto notare anche tu, come potrebbe l’investitore credere nella tua azienda se non dimostri di crederci prima tu? Il problema è che il board di CUR è piuttosto… anziano, e di estrazione prettamente scientifica, certe cose non gli vengono naturali.
Comunque sia, speriamo tutti nel 5, vera rampa di lancio!!!

gnappo
Scritto il 11 novembre 2014 at 20:05

Non so voi…ma ogni volta che Lupo scrive .. imparo qualcosa.. THANKS

LupoCaneSecco
Scritto il 11 novembre 2014 at 20:08

morgann@finanza: LUPO io ero rimasto che gli acquisti milionari del ceo erano a 2.91 o giu di li a te cosa risulta?

http://www.nasdaq.com/symbol/snta/insider-trades

MORGANN

Noterai che i verdi acquisti sono stati fatti tra i 3.75$ e i 4$…
Parlo di milioni eh!!!

bene71
Scritto il 11 novembre 2014 at 20:11

Grande lupo :wink:

LupoCaneSecco
Scritto il 11 novembre 2014 at 20:18

gabusi@finanza: Morgann!!! Poi sono io il supporter!!!

Scherzi a parte, Lupo, te l’ho già detto che la tua mediata di qualche settimana fa mi faceva invidia? Mmmmhh.. si, già detto

Sul discorso seguente e l’irrilevanza degli short di fronte a dati certi, non sono del tutto d’accordo (in parte sì) per due motivi:
-primo, se lo shorter in tempi di “malattia” ti dimezza la quotazione rimanendo sotto la soglia critica dei 5 dollari, la salita successiva potrebbe non infrangere la fatidica soglia, sopra alla quale comprano anche i grossi fondi (regole negli statuti di molti fondi: non si acquistano azioni quotate meno di 5 dollari) quindi lo shorter ha fatto un bel danno
-secondo, in CUR è mancata una delle componenti che citi anche tu: l’acquisto di azioni da parte degli insider. O se c’è stato, è stato di piccola entità. Questo io credo sia stato il più grosso errore di gestione finanziaria durante il ribasso, perchè come hai fatto notare anche tu, come potrebbe l’investitore credere nella tua azienda se non dimostri di crederci prima tu? Il problema è che il board di CUR è piuttosto… anziano, e di estrazione prettamente scientifica, certe cose non gli vengono naturali.
Comunque sia, speriamo tutti nel 5, vera rampa di lancio!!!

Ma i danni se siamo abbastanza bravi da non entrare e guardare da fuori diventano opportunità di acquistare a prezzi stracciati qualcosa che varrebbe molto di più…
infatti l’ errore è stato entrare nel momento sbagliato!!

Synta potrebbe essere un’ottimo esempio di ciò…
vediamo nei prossimi mesi ma chi è entrato a 2,… secondo me starà bene!!!

LupoCaneSecco
Scritto il 11 novembre 2014 at 20:21

gnappo@finanza,

Gnappo! Grazie mille davvero!!

Ma ti ricordo che la piccola è una TUA scoperta e di Matteo…

Quindi grazie a te comunque vada!!! :mrgreen:

papi67
Scritto il 11 novembre 2014 at 20:52

LupoCaneSecco@finanza: Ma i danni se siamo abbastanza bravi da non entrare e guardare da fuori diventano opportunità di acquistare a prezzi stracciati qualcosa che varrebbe molto di più…
infatti l’ errore è stato entrare nel momento sbagliato!!
amarcord a prezzi stracciati Lupo: RDHL minimo oggi 6.89

Synta potrebbe essere un’ottimo esempio di ciò…
vediamo nei prossimi mesi ma chi è entrato a 2,… secondo me starà bene!!!

papi67
Scritto il 11 novembre 2014 at 20:54

LupoCaneSecco@finanza: Ma i danni se siamo abbastanza bravi da non entrare e guardare da fuori diventano opportunità di acquistare a prezzi stracciati qualcosa che varrebbe molto di più…
infatti l’ errore è stato entrare nel momento sbagliato!!
amarcord a prezzi stracciati Lupo: RDHL minimo oggi a 6.89

Synta potrebbe essere un’ottimo esempio di ciò…
vediamo nei prossimi mesi ma chi è entrato a 2,… secondo me starà bene!!!

papi67
Scritto il 11 novembre 2014 at 20:56

Lupo ti scrivo senza quotare, tanto non esce il commento.

Amarcord a prezzi stracciati: RDHL minimo oggi a 6.89

morgann
Scritto il 12 novembre 2014 at 02:06

ICPT Andata per una quoticella – spero di triplicare :mrgreen: LUPO letto il tuo post e non convengo su 2 punti : avere certezze e mediare al ribasso con piu’ del 10% del capitale – Ho visto la maggior parte dei trader fallire per questi 2 motivi – Domani spiego – Ora a nanna- By

papi67
Scritto il 12 novembre 2014 at 12:06

papi67@finanza:
OXGN in pre da +20 se regge.

per questo?

http://www.thestreet.com/story/12949868/1/oxigene-faces-challenges-for-ovarian-cancer-drug-even-with-encouraging-data.html?puc=TSMKTWATCH&cm_ven=TSMKTWATCH

ustiiiiii, vedo ora che è un articolo di simpatia A.F.

bene71
Scritto il 12 novembre 2014 at 12:18

letto, da pro e contro ma non è negativo, spiega che tutto dipende da che tipo di studio registrativo deciderà oxigene e dall’approvazione di avstin il 19 (approvazione che af da quasi per certa)

Scritto il 12 novembre 2014 at 12:26

bene71@finanzaonline:
letto, da pro e controma non è negativo, spiega che tutto dipende da che tipo di studio registrativo deciderà oxigene e dall’approvazione di avstin il 19 (approvazione che af da quasi per certa)

OXGN: l’articolo di AF fa il punto direi in maniera dettagliata e valuta diversi scenari per il futuro del farmaco e dell’azienda in generale. Se avete un buona comprensione dell’inglese capirete perfettamente l’articolo che mi sembra essere stato fatto in maniera obbiettiva. Quando l’altro giorno parlavo di calcio parlato mi riferivo proprio a questo ovvero a tutti i possibili scenari del futuro del farmaco che con dati contrastanti diminuisce le % di successo, ma che sinceramente non sono interessanti al momento e non sono mai stati un punto forte dell’operazione sul titolo.
Se fossero usciti dei dati convincenti dalla presentazione di Domenica (anche se avevamo detto che era improbabile) aveva senso anche un’ ottica long sul titolo. I dati come avete letto ci hanno dato qualche spunto interessante ma con luci e ombre (vedi mio precedente commento). Detto questo al momento resto dell’idea di sfruttare un rimbalzo speculativo per lasciare il titolo e stare alla finestra. L’approvazione di Avastin potrebbe darci la possibilità di un’uscita quindi vediamo che succede, ricordandoci che l’azienda ha pochi cash, e che si dovrà finanziare qualunque sia lo scenario futuro.

papi67
Scritto il 12 novembre 2014 at 13:09

gooser: OXGN: l’articolo di AF fa il punto direi in maniera dettagliata e valuta diversi scenari per il futuro del farmaco e dell’azienda in generale. Se avete un buona comprensione dell’inglese capirete perfettamente l’articolo che mi sembra essere stato fatto in maniera obbiettiva. Quando l’altro giorno parlavo di calcio parlato mi riferivo proprio a questo ovvero a tutti i possibili scenari del futuro del farmaco che con dati contrastanti diminuisce le % di successo, ma che sinceramente non sono interessanti al momento e non sono mai stati un punto forte dell’operazione sul titolo.Se fossero usciti dei dati convincenti dalla presentazione di Domenica (anche se avevamo detto che era improbabile) aveva senso anche un’ ottica long sul titolo. I dati come avete letto ci hanno dato qualche spunto interessante ma con luci e ombre (vedi mio precedente commento). Detto questo al momento resto dell’idea di sfruttare un rimbalzo speculativo per lasciare il titolo e stare alla finestra. L’approvazione di Avastin potrebbe darci la possibilità di un’uscita quindi vediamo che succede, ricordandoci che l’azienda ha pochi cash, e che si dovrà finanziare qualunque sia lo scenario futuro.

intendi “uscire dopo approvazione di avastin” almeno così capisco dalle ultime due righe e non venerdì?

Scritto il 12 novembre 2014 at 13:42

papi67@finanza: intendi “uscire dopo approvazione di avastin” almeno così capisco dalle ultime due righe e non venerdì?

li sta ad ognuno di noi decidere, ovviamente non esiste ne la certezza dell’approvazione, ne la certezza che OXGN salga di conseguenza. Se poi FDA boccia il farmaco allora sarebbe una tragedia……

papi67
Scritto il 12 novembre 2014 at 13:53

gooser: li sta ad ognuno di noi decidere, ovviamente non esiste ne la certezza dell’approvazione, ne la certezza che OXGN salga di conseguenza. Se poi FDA boccia il farmaco allora sarebbe una tragedia……

-5 adesso in pre

papi67
Scritto il 12 novembre 2014 at 13:55

qualcuno aveva chiesto lumi su NWRN settimana scorsa, mi pare. Settimana prossima dovrebbe esserci una scadenza/approvazione in Europa.

bene71
Scritto il 12 novembre 2014 at 14:00

papi67@finanza: -5 adesso in pre

Se a farla scendere sono due tweet di af dove parla di nebbia è reale fog con foto dopo aver postato il suo articolo su the street, allora siamo rovinati, siamo in mano ad uno psicopatico che sembra divertirsi del suo potere

bene71
Scritto il 12 novembre 2014 at 14:03

Really fog

Matteo
Scritto il 12 novembre 2014 at 14:18

papi67@finanza: -5 adesso in pre

Certe cose comunque mi risultano pazzesche un tizio compra in pre 1600 azioni a 2 e 33! E ora è a 1 e 77
Matteo

papi67
Scritto il 12 novembre 2014 at 14:26

Matteo: Certe cose comunque mi risultano pazzesche un tizio compra in pre 1600 azioni a 2 e 33! E ora è a 1 e 77
Matteo

-10 fritti.

archus
Scritto il 12 novembre 2014 at 14:31

OXGN:
Per fortuna che i dati sono “incoraggianti”…. :twisted::twisted::twisted:

LupoCaneSecco
Scritto il 12 novembre 2014 at 14:33

Certo che ANIP potevamo prenderla no!?? :evil:

Por..a putt..A !!

+90% dalla segnalazione !! :cry:

papi67
Scritto il 12 novembre 2014 at 16:57

papi67@finanza:
qualcuno aveva chiesto lumi su NWRN settimana scorsa, mi pare. Settimana prossima dovrebbe esserci una scadenza/approvazione in Europa.

NWRN +12%

morgann
Scritto il 12 novembre 2014 at 17:36

PDI – MDRX-PSTI – GROSSI ACQUISTI DI INSIDER

papi67
Scritto il 12 novembre 2014 at 18:01

papi67@finanza:
qualcuno aveva chiesto lumi su NWRN settimana scorsa, mi pare. Settimana prossima dovrebbe esserci una scadenza/approvazione in Europa.

NWRN + 16

papi67
Scritto il 12 novembre 2014 at 18:02

aridajjjjjeeee OREX + 20

LupoCaneSecco
Scritto il 12 novembre 2014 at 19:46

ACHN va alla grande!!

sirjoe
Scritto il 12 novembre 2014 at 20:22

Buona sera a tutti, avrei bisogno di un vostro parere, in questo caso mi sembra Lupo :D il più preparato , riguardo RHDL, di cui ho letto la ricca Pipeline:

RHB-105, a che punto si trova? Non ho capito bene se si aspettano in dati ph3
RHB-103 quando è prevista la nuova domanda alla FDA per approvazione?

Ora è un buon punto di entrata?

LupoCaneSecco
Scritto il 12 novembre 2014 at 21:09

sirjoe@finanza,

Mi serve un po’ di tempo…

sirjoe
Scritto il 12 novembre 2014 at 21:37

oh, scusa, pensavo fossero un’informazioni già aquisite, non intendo farti lavorare al posto mio

sirjoe
Scritto il 12 novembre 2014 at 21:46

ho trovato in SA:
The first one is RHB-105 for H. pylori infection with top-line Phase III data expected in the second quarter of 2015

ora mi leggo il resto, sicuramente troverò news per RHB-103

grazie cmq

gabusi
Scritto il 12 novembre 2014 at 21:58

Colpo di coda per gli short su CUR. Spasmi finali o solita mano forte?
IMHO, vedremo tra venerdì e lunedì.

papi67
Scritto il 12 novembre 2014 at 22:07

LupoCaneSecco@finanza:
ACHN va alla grande!!

riparlano di opa a breve

LupoCaneSecco
Scritto il 12 novembre 2014 at 22:52

Se vuoi informazioni dettagliate ed attendibili su Red Hill vai sul loro sito che è uno dei migliori e più dettagliati di tutto il biotech…

http://www.redhillbio.com/product-pipeline/

LupoCaneSecco
Scritto il 12 novembre 2014 at 23:09

sirjoe@finanza,

Clicca su ogni farmaco che ti interessa sulla sinistra della finestra della Pipeline e aiutati con i link delle news che compaiono sulla destra del testo…

Comunque una cosa è certa…..
c’è tantissima carne al fuoco…

LupoCaneSecco
Scritto il 12 novembre 2014 at 23:12

Puoi trovare quasi tutto nel resoconto della trimestrale compresi i fondamentali economici

E’ un PDF

http://www.redhillbio.com/wp-content/uploads/2014/11/RedHill-Biopharma-Reports-Results-for-the-Third-Quarter-of-2014.pdf

andre
Scritto il 13 novembre 2014 at 08:05

Buongiorno a tutti e complimenti per le belle discussioni che riuscite a tirar fuori. .. io ho in pancia oxigene a 1,9 e cur a 3,06 vorrei chiedere cosa fare e se nella conference di oxygene sono venuti fuori spunti importanti… grazie e buona giornata

bisanzio
Scritto il 13 novembre 2014 at 10:40

morgann@finanza:
ICPTAndata per una quoticella – spero di triplicare LUPO letto il tuo post e non convengo su 2 punti : avere certezze e mediare al ribasso con piu’ del 10% del capitale – Ho visto la maggior parte dei trader fallire per questi 2 motivi – Domani spiego – Ora a nanna- By

ICPT???

papi67
Scritto il 13 novembre 2014 at 11:38

AEZS

https://canadianinsider.com/node/7

Scritto il 13 novembre 2014 at 12:11

andre:
Buongiorno a tutti e complimenti per le belle discussioni che riuscite a tirar fuori. .. io ho in pancia oxigene a 1,9 e cur a 3,06 vorrei chiedere cosa fare e se nella conference di oxygene sono venuti fuori spunti importanti… grazie e buona giornata

domani esce un piccolo articolo pazientate ma non riesco prima

papi67
Scritto il 13 novembre 2014 at 12:12

papi67@finanza:
AEZS

https://canadianinsider.com/node/7

non riesco a usare il link, ma mi dicono che ci sono stati forti acquisti di insider su AEZS in questi giorni

papi67
Scritto il 13 novembre 2014 at 12:44

papi67@finanza: non riesco a usare il link, ma mi dicono che ci sono stati forti acquisti di insider su AEZS in questi giorni

https://www.canadianinsider.com/node/7?menu_tickersearch=aez
questo funziona

morgann
Scritto il 13 novembre 2014 at 13:27

bisanzio@finanza: ICPT???

fuori -5% e’ la mia regola su questi titoli – anche se e’ un potenziale x3 non me ne frega niente – le regole servono essere rispettate – magari rientro in un secondo momento – ma non medio mai – cosi ci puoi lasciare le unghie , ma non il braccio, il c… o il sonno

morgann
Scritto il 13 novembre 2014 at 14:00

AKBA – Grossi acquisti di insider – ha perso 70 % da giugno, ora 2 gg che fa +15 circa ma per recuperare iil 70 deve riguadagnare il 300% , approfondisco – anemia da dialisi, grosso potenziale

frimba
Scritto il 13 novembre 2014 at 14:05

morgann@finanza:
AKBA – Grossi acquisti di insider – ha perso 70 % da giugno, ora 2 gg che fa +15 circa ma per recuperare iil 70 deve riguadagnare il 300% , approfondisco – anemia da dialisi, grosso potenziale

brutta cosa la legge della rovina statistica

LupoCaneSecco
Scritto il 13 novembre 2014 at 14:06

Con dati imminenti quotazione al minimo cxassa piena e…

http://www.wkrb13.com/markets/422710/insider-buying-paul-j-schmitt-acquires-20000-shares-of-tetralogic-pharmaceuticals-corp-stock-tlog/

voglio dire….
più di così!!! :!::!::idea::idea::idea::idea:8)

jacofly
Scritto il 13 novembre 2014 at 17:22

IPCI CUR OXGN c’è da dire ragazzi che abbiamo una bella scuderia di ronzini marci! :mrgreen::mrgreen::mrgreen:

jacofly
Scritto il 13 novembre 2014 at 17:24

LupoCaneSecco@finanza,

20000? caspita un acquistone! 8O8O8O

tamby
Scritto il 13 novembre 2014 at 19:41

Ciao a tutti e complimenti per lo scrupolo che mettete nelle vostre ricerche!!
Una domanda per chi vuole risp su Dandreon:
possibile che non ci sia nessun acquirente? ho letto bene la proposta di ristrutturazione: chi la vuole si può prendere la società con 275 milioni ovvero la metà del debito esistente!!!!
Con un farmaco innovativo approvato in USA e UE!! bah che dire!

bene71
Scritto il 13 novembre 2014 at 19:44

tamby@finanza:
Ciao a tutti e complimenti per lo scrupolo che mettete nelle vostre ricerche!!
Una domanda per chi vuole risp su Dandreon:
possibile che non ci sia nessun acquirente? ho letto bene la proposta di ristrutturazione: chi la vuole si può prendere la società con 275 milioni ovvero la metà del debito esistente!!!!
Con un farmaco innovativo approvato in USA e UE!! bah che dire!

Più o meno quello che accadrà ad amarin entro un paio d’anni :mrgreen:

sirjoe
Scritto il 13 novembre 2014 at 19:49

LupoCaneSecco@finanza:
[email protected],

Clicca su ogni farmaco che ti interessa sulla sinistra della finestra della Pipeline e aiutati con i link delle news che compaiono sulla destra del testo…

Comunque una cosa è certa…..
c’è tantissima carne al fuoco…

Grazie mille, inizialmente ero interessato ad IGXT, poi visto che non posso acquistare in OTC, mi sono interessato a RedHill per lo sviluppo congiunto di RHB-103….ed da li mi sono accorto della notevole pipeline dell’azienda israeliana.

Cmq ha volumi bassissimi, io non sono molto pratico, ma secondo te sarebbe un problema poi rivendere?

gabusi
Scritto il 13 novembre 2014 at 20:01

gabusi@finanza:
Colpo di coda per gli short su CUR. Spasmi finali o solita mano forte?
IMHO, vedremo tra venerdì e lunedì.

Non c’è nemmeno bisogno di aspettare domani… non bastassero i volumi micragnosi, sintomo evidente di scarso interesse nel titolo nonostante l’ingresso di Sheff, è evidente per chi sa leggere i grafici l’intervento di chi ha shortato finora.
Dulcis in fundo, altro intervento a gamba tesa di SA con il “breaking alert” di ieri per i possessori di CUR: hanno fatto passare la notizia di Invivo (vecchia) come breaking news e l’hanno girata a chi ha CUR, come sottintendendo il fatto che sia una notizia negativa per Neuralstem.
Stessa manovra dell’altra volta, anche stavolta ovviamente pilotata e dalla tempistica più che sospetta, certa. Dietro lauta mancia, come l’altra volta.
Ribadisco la mia opinione: CUR ottima per l’anno prossimo, in questo non ci si schioda dal balletto intorno ai 3. E parlo da long.

LupoCaneSecco
Scritto il 13 novembre 2014 at 20:22

gabusi@finanza,

Si! Forse non basterà il mio ottimismo a farla salire…
Però è ancora presto per darsi per vinti…
mancano 2 mesi abbondanti…
soprattutto se qualcuno facesse vedere di credere nella propria azienda!!!

gabusi
Scritto il 13 novembre 2014 at 20:44

LupoCaneSecco@finanza:
[email protected],

Si! Forse non basterà il mio ottimismo a farla salire…
Però è ancora presto per darsi per vinti…
mancano 2 mesi abbondanti…
soprattutto se qualcuno facesse vedere di credere nella propria azienda!!!

Non mi sto dando per vinto, mi limito a constatare che chi dovrebbe promuovere l’azienda non fa insider buying e non pubblicizza le proprie news, che sono TUTTE ESTREMAMENTE POSITIVE.
Mentre chi shorta non si fa scrupoli, utilizza basher prezzolati, compra “servizi” come quelli di SA, insomma dimostra un impegno cento volte superiore (e ci mette i soldi, cosa che il management di Neuralstem non fa. Comprate le vostre dannate azioni, manica di morti di fame!)
Da qui l’interesse scarso degli investitori. E pensare che basterebbe pochissimo per bruciare tutti gli short… guarda NWBO: ha un decimo della carne al fuoco che ha Neuralstem, un decimo dei risultati positivi, è stata shortata uguale ma si è sempre messa sotto i riflettori facendo percepire un valore ben superiore. E la quotazione va di conseguenza.
Se compariamo le potenzialità e la quotazione, CUR dovrebbe quotare tre volte NWBO… invece agli shorter basta poco proprio perchè il volume è basso, e con le news e gli studi che ha in mano Neuralstem anche il cane del mio vicino saprebbe valorizzarla meglio.
A dicembre c’è la possibilità che il giudice affossi la causa di STEM e se succede, mi aspetto fanfare e striscioni su tutti gli show tv americani, come ha fatto STEM finora senza in mano nulla. O almeno, me lo aspetterei da una gestione differente.
C’è chi dice che il management di Neuralstem si stia concentrando sulla scienza e solo su quella, per poi colpire duro quando avranno i primi risultati concreti su umani e la partenza della commercializzazione in Cina l’anno prossimo. In parte ci credo, ma mi piacerebbe far notare a chi di dovere che “colpire duro” quando quoti 5 è ben differente dal “colpire duro” quando quoti 2.
Se sei sotto shorting, non fare finta di niente, difenditi almeno un po’, come fanno tutti.
Io rimango molto, molto positivo su CUR, ma mi fa incazzare l’inerzia che permette a chi shorta di farlo senza alcun timore.

andre
Scritto il 13 novembre 2014 at 23:49

gabusi@finanza: Non mi sto dando per vinto, mi limito a constatare che chi dovrebbe promuovere l’azienda non fa insider buying e non pubblicizza le proprie news, che sono TUTTE ESTREMAMENTE POSITIVE.
Mentre chi shorta non si fa scrupoli, utilizza basher prezzolati, compra “servizi” come quelli di SA, insomma dimostra un impegno cento volte superiore (e ci mette i soldi, cosa che il management di Neuralstem non fa. Comprate le vostre dannate azioni, manica di morti di fame!)
Da qui l’interesse scarso degli investitori. E pensare che basterebbe pochissimo per bruciare tutti gli short… guarda NWBO: ha un decimo della carne al fuoco che ha Neuralstem, un decimo dei risultati positivi, è stata shortata uguale ma si è sempre messa sotto i riflettori facendo percepire un valore ben superiore. E la quotazione va di conseguenza.
Se compariamo le potenzialità e la quotazione, CUR dovrebbe quotare tre volte NWBO… invece agli shorter basta poco proprio perchè il volume è basso, e con le news e gli studi che ha in mano Neuralstem anche il cane del mio vicino saprebbe valorizzarla meglio.
A dicembre c’è la possibilità che il giudice affossi la causa di STEM e se succede, mi aspetto fanfare e striscioni su tutti gli show tv americani, come ha fatto STEM finora senza in mano nulla. O almeno, me lo aspetterei da una gestione differente.
C’è chi dice che il management di Neuralstem si stia concentrando sulla scienza e solo su quella, per poi colpire duro quando avranno i primi risultati concreti su umani e la partenza della commercializzazione in Cina l’anno prossimo. In parte ci credo, ma mi piacerebbe far notare a chi di dovere che “colpire duro” quando quoti 5 è ben differente dal “colpire duro” quando quoti 2.
Se sei sotto shorting, non fare finta di niente, difenditi almeno un po’, come fanno tutti.
Io rimango molto, molto positivo su CUR, ma mi fa incazzare l’inerzia che permette a chi shorta di farlo senza alcun timore.

Ciao lupo

Il mio ingresso su cur è stato principalmente fatto sulle belle parole spese in altri commenti però ora ti vorrei chiedere :

1 che importanza ha la causa tra cur e stem
2 che scenari in caso di successo del processo o peggio in caso di insuccesso
3 il mio ingresso su cur a 3,06 è stato avventato ?

Ciao e grazie per un eventuale risposta

gabusi
Scritto il 14 novembre 2014 at 07:44

andre: Ciao lupo

Il mio ingresso su cur èstato principalmente fatto sulle belle parole spese in altri commenti peròora ti vorrei chiedere :

1 che importanza ha la causa tra cur e stem
2 che scenari in caso di successo del processo o peggio in caso di insuccesso
3 il mio ingresso su cur a 3,06 èstato avventato ?

Ciao e grazie per un eventualerisposta

Hai quotato me, non Lupo, comunque:

1) La causa con Stem è importante più che altro per Stem: se la perdono, al 99% finiranno in delisting, sono ormai solo patent troll dato che in 25 anni non hanno prodotto NULLA. Su CUR, sta avendo più che altro l’effetto di tenere lontano gli investitori che aspettano alla finestra l’esito, ed è la causa principale dietro allo shorting, che è pilotato dal più grosso finanziatore di Stem, Maxim.

2) Se vince CUR, Stem implode e la quotazione di CUR si toglierà un grosso peso che si porta dietro da tempo. Se vince STEM, il massimo che possono ottenere è una royalty di circa il 30% solo su NSI-566 e nulla sul resto del portafoglio tecnologico di CUR

3) Bella domanda… se sapessimo rispondere a questa saremmo probabilmente tutti milionari. A spanne, ti posso dire che la probabilità che CUR l’anno prossimo raddoppi la quotazione o più è molto alta. Se l’hai presa per trading a breve, hai fatto male, altrimenti tienila e aspetta il flusso di notizie dell’anno prossimo. Su una cosa sono d’accordo con Lupo: alla prima notizia concreta, tipo quella di Inovio, lo shorting sarà addirittura un fatto positivo per chi è long…

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
Commenti dal nostro blog
  • papi67 su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • papi67 su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • papi67 su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • j.p.m.@finanzaonline su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
indici di borsa e principali valute