Cerca nel Blog

LA VORAGINE DELLE BANCHE ITALIANE

Scritto il alle 10:01 da Paolo Cardenà

di Paolo Cardenà – Quello che segue è un grafico elaborato dall’OCSE che dimostra la percentuale dei crediti deteriorati (NON PERFORMING LOANS) sul totale dei crediti bancari tra i vari paesi considerati. Potete osservare che, secondo l’istituzione finanziaria, il sistema bancario italiano avrebbe circa il 13-14% di crediti deteriorati, performando addirittura peggio delle disastrate banche portoghesi e spagnole, che nel frattempo, queste ultime, sono state salvate (si fa per dire) con i soldi dei contribuenti europei (italiani compresi) attraverso il fondo ESM, a cui l’italia partecipa con 125 miliardi di euro (di cui già versati unadecina).

 

 

 

A conferma dell’entità dei buchi che si stanno aprendo nel sistema bancario per via della recessione che compromette la solvibilità di un numero crescente di imprese, e quindi anche la possibilità di onorare i propri debiti verso il sistema bancario, pochi giorni fa, il Centro Studi di Unimpresa ha diffuso un rapporto fotografando lo stato di salute delle banche italiane, e più precisamente le sofferenze sui crediti, balzate all’astronomica cifra di 138 miliardi di euro. Nel rapporto si legge che, negli ultimi 12 mesi, le sofferenze,sono cresciute del 22% arrivando a sfiorare quota 138 miliardi di euro. La fetta maggiore di prestiti che non vengono rimborsati regolarmente e’ quella delle imprese (94 miliardi). Le ”rate non pagate” dalle famiglie valgono complessivamente poco meno di 30 miliardi mentre quelle delle imprese familiari 1 2miliardi. A 1,5 miliardi ammontano invece le sofferenze della pubblica amministrazione, delle assicurazioni e di altre istituzioni finanziarie.

Questi crediti deteriorati, sono solo quelli noti. Poi però ci sarebbero anche quelli non noti, che tutti cercano di tenere più nascosti possibile per non far emergere nuovi buchi, mantenendo così l’apparente solvibilità di un numero considerevele di banca. Ma prima o poi verranno a galla.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
LA VORAGINE DELLE BANCHE ITALIANE, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Tags: , , ,   |
3 commenti Commenta
atomictonto
Scritto il 5 settembre 2013 at 10:51

Ma gli Inglesi sono tutti senza soldi e indebitati fino al collo.
Hanno perfino invertito semanticamente i termini: Quella che noi chiamiamo carta di credito la chiamano “carta di debito” perchè il debito si salda subito a fine mese…mentre la famigerata gogna-revolving la chiamano “carta di credito”.
Ne consegue che buona parte dei sudditi di sua maestà (posso fare almeno 4 esempi diretti che conosco) hanno in tasca 2 o 3 “carte di credito”, che sono in realtà dei massi attaccati al collo, con 20 o anche 40.000 sterline di DEBITO.
A fine mese con lo stipendio coprono a malapena gli INTERESSI PASSIVI della gogna-revolving.
Alcuni (un mio collega con ben 2 Berclay’s da 45.000 piotte di debito l’una) dice tranquillamente “I have no kids, so I mighty as well die deep in debt, who cares”.
Ma per favore…smettiamola di berci ste frescacce tutte provenienti sempre o da Wally o oltremanica, tutte balle ;-)

[email protected]
Scritto il 5 settembre 2013 at 12:14

atomictonto@finanza,

In effetti è vero, se non si sanno i dati veri, tutto è opinabile. Di sicuro c’è una cosa… l’impero stà crollando, l’unico dubbio è se lo farà pacificamente o meno.
http://www.laforzamotrice.it

roulio000
Scritto il 5 gennaio 2016 at 15:54

prestito proposto tra i singoli
Ciao, io sono un individuo che offre prestiti a internazionale l. Dotato di un capitale
che verrà utilizzato per erogare prestiti tra privati a breve e lungo termine da
4000 a 500.000 a tutte le persone a grave essendo nei bisogni reali, il tasso di
di interesse è 3% l’anno. I fornisce prestiti finanziari, mutuo per la casa, prestito di investimento,
Prestito auto, prestito personale. Sono disponibile per soddisfare i miei clienti in una durata massima 3 giorni dal ricevimento del modulo di domanda.
Persona seria non astenersi
Vi prego di contattarmi al seguente indirizzo e-mail: il [email protected] a per ulteriori informazioni.

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
Commenti dal nostro blog
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
indici di borsa e principali valute