Meteo economy ancora forti perturbazioni in Europa: allarme BCE sulla disoccupazione

Scritto il alle 00:22 da [email protected]

Disoccupazione, Sos Bce “Livelli senza precedenti e peggiorerà ancora”

Negli ultimi tre mesi del 2012 la disoccupazione nell’area euro ha raggiunto
livelli senza precedenti e peggiorerà nel primo trimestre di quest’anno, si legge nel bollettino mensile della Bce. source

“La crisi economica e finanziaria – afferma l’Eurotower – continua a gravare sul mercato del lavoro nell’area dell’euro. Nel quarto trimestre del 2012 l’occupazione è diminuita ancora, mentre il tasso di disoccupazione ha continuato a crescere, raggiungendo livelli senza precedenti. Secondo varie stime, sia il tasso di disoccupazione strutturale sia l’unemployment gap sono aumentati sensibilmente negli ultimi anni. I dati
delle indagini segnalano un ulteriore calo dei posti di lavoro nel primo trimestre del 2013”.
PICCOLE E MEDIE IMPRESE – In “diversi paesi” dell’area dell’euro le condizioni del credito per le aziende sono “restrittive”, “in particolare per le piccole e medie imprese”. Lo afferma la Bce nel suo bollettino mensile. “La moderata dinamica dei prestiti”, sottolinea l’Eurotower, “riflette in gran parte l’attuale fase del ciclo economico, l’accresciuto rischio di credito e l’aggiustamento in atto nei bilanci dei settori finanziario e non finanziario”.
RIFORME – Per quanto concerne le politiche di bilancio, i paesi dell’area dell’euro dovrebbero moltiplicare gli sforzi per ridurre i disavanzi pubblici e proseguire le riforme strutturali, orientando queste ultime alla crescita. è quanto raccomanda la Bce nel suo bollettino mensile. “In tal modo”, prosegue Francoforte, “la sostenibilità dei conti e la crescita economica si rafforzeranno reciprocamente”.

“Le strategie di bilancio devono essere integrate da riforme strutturali favorevoli alla crescita che siano ambiziose e di ampio respiro e interessino i mercati dei beni e servizi, compresi i servizi su rete, i mercati del lavoro e la modernizzazione della pubblica amministrazione”, prosegue il bollettino, “Per promuovere l’occupazione, il processo di formazione dei salari dovrebbe divenire piu’ flessibile e meglio allineato alla produttività”. Tali riforme, conclude la Bce, “aiuteranno i paesi negli sforzi tesi a recuperare competitività, porre le basi per una crescita sostenibile e favorire il ripristino della fiducia sul piano macroeconomico”.
POLITICA MONETARIA – Dato il contesto di debole crescita, la politica monetaria della Bce “resterà accomodante fintantochè necessario”, assicura l’Eurotower. “Nelle prossime settimane”, prosegue la Bce, “il Consiglio direttivo seguirà con molta attenzione tutte le nuove informazioni sugli andamenti economici e monetari e valuterà l’eventuale impatto sulle prospettive per la stabilità dei prezzi”.
INFLAZIONE – Nell’area euro l’inflazione è diminuita ulteriormente e l’andamento dei prezzi dovrebbe rimanere contenuto nel medio termine. Le aspettative di inflazione per l’area dell’euro, prosegue Francoforte, continuano a essere saldamente ancorate in linea con l’obiettivo del Consiglio direttivo di mantenere i tassi di inflazione su livelli inferiori ma prossimi al 2% nel medio periodo.
SISTEMA BANCARIO –  “Dall’estate scorsa” nell’eurozona “sono stati conseguiti progressi considerevoli” nella ristrutturazione del sistema bancario, in particolare “nel miglioramento della situazione della provvista, nel rafforzamento della raccolta interna nei paesi soggetti a tensioni e nella riduzione del ricorso all’Eurosistema”.
GRADUALE RIPRESA – La debolezza dell’attività economica nell’eurozona “si è protratta fino alla parte iniziale del 2013 e per la seconda metà dell’anno si prevede una graduale ripresa, che è soggetta a rischi al ribasso”. è la diagnosi contenuta nel bollettino mensile della Bce. “In prospettiva, la crescita delle esportazioni dell’area dell’euro dovrebbe beneficiare del recupero della domanda mondiale, mentre l’orientamento di politica monetaria dovrebbe contribuire a sostenere la domanda interna”, si legge nel bollettino, “In aggiunta, il miglioramento osservato nei mercati finanziari dopo l’estate scorsa dovrebbe trasmettersi all’economia reale, nonostante le recenti incertezze”.

“Nell’insieme”, conclude la Bce, “cio’ dovrebbe concorrere a stabilizzare l’attività economica nell’area dell’euro e determinare una graduale ripresa nella seconda parte dell’anno; allo stesso tempo, gli aggiustamenti di bilancio necessari nei settori pubblico e privato e le condizioni di credito restrittive connesse seguiteranno a gravare sull’attività economica”.

Seguiteci sulla nuova pagina Facebook, ci siamo noi e altri blogger, tra l’altro devo ringraziare le 734 persone che, in questi pochi giorni, hanno aderito alla nostra iniziativa… GRAZIE!

Ecco  

Vi inserisco il link della pagina QUI

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Meteo economy ancora forti perturbazioni in Europa: allarme BCE sulla disoccupazione, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute