Borsa Americana Titoli Biotech: Xenoport (XNPT) i dati clinici in arrivo richiameranno gli investitori? Vediamo tutti i dettagli.

Scritto il alle 12:35 da gooser

Il 2013 comincia con una serie di eventi binari per le nostre aziende biotech davvero scoppiettanti. Anche chi non segue attentamente il mondo tanto caro a noi si sarà accorto, anche dai commenti del nostro portafoglio biotech che potete trovare cliccando qui, che sono tante anzi tantissime le segnalazioni che diamo e che date voi cari amici e lettori del blog.

Difficile fare una scelta per due motivi. Il primo economico (ovviamente non

possiamo almeno parlo per me acquistare tutti i titoli segnalati) e il secondo di opportunità. Con opportunità intendo il valore dell’azienda al momento dell’ingresso e possibili target post dati o approvazione.

Quest’ultima frase serve a farvi capire come mai tra i tanti titoli segnalati oggi parliamo proprio di Xenoport, Inc. (XNPT).

Prima di vedere alcune cose sull’azienda vorrei dire che non sto trascurando le segnalazioni su RIGL, ANAC, CLSN, CRIS, DEPO, ACAD, GNVC, ma invito tutti gli amici a metterle in watch list e monitorare i segnali dell’AT.

Allora perchè l’azienda è interessante ? I motivi fondamentali sono due, il primo quello dell’analisi tecnica e il secondo ma non meno importante l’evento binario a breve.

Come vedete dal grafico qui sopra attualmente il titolo si trova all’interno di un triangolo e la rottura di questo potrebbe darci un idea di dove possa andare il titolo nelle prossime sedute. Sicuramente l’amico Giorgio ci dirà qualcosa in più sull’operatività ma è importante capire che graficamente potremmo essere a una svolta.

Detto questo vediamo cosa potrebbe succedere tra qualche mese.

Questo qui sopra è il farmaco. I dati della phase 3 sono attesi nel secondo trimestre 2013. I frequentatori del blog ricorderanno sicuramente che avevamo seguito l’approvazione dell’Horizant tempo fa e avevamo anche scritto l’articolo sulle dispute legali con Glaxo.  Tralasciamo il resto della pipeline che comunque ha altri due farmaci davvero promettenti e concentriamoci sull’evento.

Molti di voi ricorderanno la mia segnalazione di Dicembre clicca qui. Nell’articolo sono spiegati tutti i retroscena della vicenda con GSK. Cosa è cambiato rispetto a Dicembre? Adesso sappiamo ufficialmente che i dati usciranno nel secondo trimestre 2013 quindi spero fine Aprile o Maggio mentre prima l’azienda parlava di estate 2013.

OK Arbaclofen Placarbil ((AP)): In fase III per il trattamento della spasticità. Gli attuali standard di trattamento per la spasticità sono baclofene e tizanidina. Secondo il CEO dell’azienda il farmaco potrebbe prendere un 20% del mercato e un’altra fetta la può prendere se venisse prescritto ai paziente che non rispondono ai farmaci concorrenti.

Come è andato il farmaco nello studio clinico precedente? 

Fase IIb lo studio ha avuto esito positivo nel 2009, il processo ha soddisfatto il suo obiettivo primario, che è stato un miglioramento della scala Ashworth (trattamento della spasticità metrica) rispetto al placebo. Lo studio di Fase IIb non ha prodotto un miglioramento statisticamente significativo con la dose più bassa, ma ha dimostrato miglioramenti statisticamente molto significativi nella dose di 20 mg (p = 0.0059) e la dose di 30 mg (p = 0.0007). La dose di 10 mg (basso) ha prodotto un 0,17 di miglioramento della scala Ashworth, la dose di 20 mg ha prodotto un miglioramento di 0,60, e la dose di 30 mg ha prodotto un miglioramento di 0,88. L’ analisi secondaria dei dati di fase IIb hanno mostrato miglioramenti statisticamente significativi in tutti e 6 i sottogruppi. È importante sottolineare che, il farmaco è stato ben tollerato, senza pazienti che si sono ritirati dallo studio a causa di eventi avversi e tassi molto più bassi di sonnolenza vs baclofen suo diretto concorrente. Nello studio, il 3% dei pazienti del braccio ha riportato sonnolenza, e il 5% dei pazienti ha riportato vertigini. Questo confronto è molto favorevole rispetto al baclofene, che ha tassi di sedazione e sonnolenza fino al 63%. (Tra l’altro mi pare di ricordare che il baclofene se si interrompe la cura provoca anche una pesante astinenza).

Per questo studio il CEO ci dice che c’e’ un sostanziale accordo con FDA sul disegno del trial e che in caso di esito positivo puo’ portare alla presentazione della NDA in breve tempo. (estate 2013?). Dalle parole appunto del CEO sembra che FDA sia rimasta molto impressionata dai bassi effetti collaterali in confronto con la concorrenza.

Controlleremo la situazione aziendale quando usciranno i dati a breve ma l’azienda ha una situazione cash piuttosto buona con 110M di $ in liquidità a fine Settembre e ne brucia circa 7 a trimestre.

Intanto gli insider si sono mossi clicca qui……. OK seguiremo quotidianamente la situazione pronti a fare il nostro dovere….. A voi.

 

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Borsa Americana Titoli Biotech: Xenoport (XNPT) i dati clinici in arrivo richiameranno gli investitori? Vediamo tutti i dettagli., 10.0 out of 10 based on 1 rating
Tags: , , , , , , ,   |
16 commenti Commenta
palanzana
Scritto il 25 gennaio 2013 at 12:36

xnpt come pphm?

bisanzio
Scritto il 25 gennaio 2013 at 12:37

GRAZIE…

alessiomz
Scritto il 25 gennaio 2013 at 12:53

graficamente mi sembra essere tornata interessante dopo il rally di inizio anno, pare si stia portando in prossimità di chiusura del Gap…la parola a Giorgio! :D

Scritto il 25 gennaio 2013 at 13:13

palanzana@finanzaonline,

e no palanzana questa è gente seria

Scritto il 25 gennaio 2013 at 13:17

alessiomz@finanza,

e si aspettiamo il segnale di Giorgio

supporto mi pare 8.01 chissa che non si appoggi sulla 50 a 8,13 per partire…..8.52 resistenza c’ha provato ieri poi è scesa

alessiomz
Scritto il 25 gennaio 2013 at 14:09

io devo riuscire a mediare per sbolognarmi delle maledette APPLE!

Scritto il 25 gennaio 2013 at 14:21

alessiomz@finanza,

la trimestrale non era male boh :?:

alessiomz
Scritto il 25 gennaio 2013 at 14:44

voglio capire se scendono fino ai 400$, poi mediare e spero in un rally per i dividendi dell’11 febbraio.

Troppe iper-aspettative sul titolo

Scritto il 25 gennaio 2013 at 15:15

alessiomz@finanza,

se raschio un po’ qua e la forse 3 azioni riesco a comprarle !

giorgio.migliore
Scritto il 25 gennaio 2013 at 16:23

Allora… propongo 3 strategie, sta a voi decidere:
1) entrare alla rottura della discendente di medio, che dovrebbe favorire l’up-trend
2) entrare sul supporto a 8,17, sostenuto anche dalla mm50 (oggi passa poco sotto)
3) provare a prenderla più bassa alla chiusura del gap a 7,79 (col rischio di non prenderle!)
Non metterei in ogni caso stop troppo stretti, tenuto conto che in vista dei dati qualcosa dovrebbe fare! Soprattutto nelle ipotesi 2 e 3 lo metterei con close sotto la 200! :wink:

Scritto il 25 gennaio 2013 at 16:28

Grazie Giorgio

facciamo così Alessio le prende così scendono a 7,79 e poi entriamo noi :mrgreen::mrgreen::mrgreen::mrgreen::mrgreen::mrgreen::mrgreen:

alessiomz
Scritto il 25 gennaio 2013 at 16:32

seguro che scendono!!!

alessiomz
Scritto il 25 gennaio 2013 at 16:33

cmq c’è da tenere in conto anche che il 14 c’è la trimestrale….

Scritto il 25 gennaio 2013 at 16:43

alessiomz@finanza,

Come ricorderai nel precedente articolo in qualunque momento possono far comprare a GSK azioni a un prezzo maggiore della quotazione quindi questo è un vantaggio non da poco.
L’azienda ha previsto per il 2013 un cash burn guidance di $45 million rispetto ai $55 del 2012.
Questo vuol dire una previsione di riduzione delle spese di 10M di $. Ultima cosa l’azienda aspetta dal partner mi pare Astellas un pagamento per il mercato giapponese dei proventi del farmaco approvato e commercializzato in giappone. Quindi non dovrebbero esserci sorprese dalla trimestrale.

questo è l’accordo con Astellas:

In 2005, Astellas obtained exclusive rights to develop and commercialize Regnite in Japan, Korea, the Philippines, Indonesia, Thailand and Taiwan. XenoPort has received payments of $55 million to date under the collaboration agreement. The approval of Regnite in Japan entitles XenoPort to an additional milestone payment of $10 million. XenoPort is eligible to receive potential additional clinical and regulatory milestone payments totaling up to $20 million. Under the agreement, XenoPort is also eligible to receive royalties on net sales of Regnite in the Astellas territory at a royalty rate in the mid-teens on a percentage basis.

alessiomz
Scritto il 25 gennaio 2013 at 17:18

OTTIMO! allora aspettare la rottura della discendente potrebbe essere una strategia troppo morbida? forse è meglio entrare sul supporto….. :mrgreen::mrgreen:

alessiomz
Scritto il 25 gennaio 2013 at 17:19

T.P. 10$?

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
Commenti dal nostro blog
  • papi67 su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • papi67 su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • papi67 su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • [email protected] su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
  • j.p.m.@finanzaonline su Titoli Biotech: investitori in tensione per IPCI e AUPH
indici di borsa e principali valute