La reazione dell’indice americano Nasdaq potrebbe dare il via a nuove posizioni sui titoli biotech. Vediamo oggi CLSN, ZIOP, ONTY e ARNA.

Scritto il alle 14:31 da gooser

Se date un’occhiata al calendario FDA sono diversi gli eventi con scadenza certa tra Dicembre e Gennaio ma sono molto interessanti alcuni eventi che non sono in calendario ma che hanno una data indicativa che potrebbero richiamare gli investitori. Al momento anche se non ho fatto l’aggiornamento del Portafoglio Biotech vi ricordo che siamo dentro a Sucampo (SCMP) con FDA prevista a Gennaio, HEB Panel FDA a Dicembre, EXEL FDA a fine Novembre. Questi titoli hanno però una data ben definita.

Con una ripartenza degli indici, che spero possa proseguire anche nelle prossime settimane, qualche nuova posizione secondo me è stata presa già ieri. Quindi occorre Iniziare a dare un occhiata ad altri titoli in ottica primo trimestre del 2013, per cercare di re-investire parte del capitale attualmente fermo nell’attesa delle scadenza descritte sopra che prima o dopo arriveranno all’epilogo.

Attualmente gli occhi degli investitori sono puntati su:

Celsion (CLSN): come sapete l’azienda ha confermato che divulgherà i risultati della phase 3 del Thermodox a Gennaio, mentre in precedenza potevano arrivare già a Dicembre. E’ scontato che con una capitalizzazione di circa 190M di $ e un farmaco anti cancro così promettente il titolo è ampiamente sottovalutato. Credo che la quotazione se i dati saranno buoni potrà tranquillamente raddoppiare il proprio valore. Non vi sto ad annoiare con pagine di calcoli ma riassumo che sulla base del Hepatocellular Carcinoma e dell’Colorectal Cancer Liver Metastases che sono le due indicazione del farmaco e indicando il 2014 come anno di penetrazione sul mercato gli analisti danno target 18$ sulla base dei calcoli fatti sui pazienti in USA, Cina e Resto del Mondo, tenendo una percentuale del 50% di “fetta di mercato”.

Se qualcuno è interessato ai dettagli ve li mostro ma sono alcune pagine di tabelle. Questo calcolo tiene anche conto del rimborso delle spese che negli Stati Uniti e in Europa ci sarà sicuramente mentre in Cina ci sono diverse difficoltà.

Ovviamente questi sono calcoli teorici che dipendono da tantissimi fattori, voi tutti sapete che i calcoli degli analisti spesso vengono smentiti ma è corretto sapere il potenziale per poi decidere le proprie strategie.

Un’altra company alle prese con dati di una certa importanza nel primo trimestre 2013 è ZIOPHARM Oncology, Inc. (ZIOP). Vi invito a leggere i quattro articoli del nostro Cereal Killer (basta fare un search inserendo ZIOP in alto a destra nella pagina). Nonostante la giusta preoccupazione che è emersa negli articoli di CK, il titolo potrebbe tornare ad aumentare il suo valore, anche perchè ultimamente è sceso molto e la scadenza diventa interessante per gli investitori a prescindere dai risultati finali positivi o negativi.

Terzo titolo che in questo periodo sta soffrendo ma che potrebbe riprendersi improvvisamente è Oncothyreon Inc (ONTY). “We think that we will have analysed the data in the first quarter of 2013 and will then be able to publish them,” Karl-Ludwig Kley told reporters at a news conference. Questa è la dichiarazione del CEO del colosso Merck che è partner di ONTY. I dati finali dello studio di fase III del farmaco per il cancro ai polmoni Stimuvax saranno pronti nel primo trimestre 2013. Come alcuni di voi forse ricorderanno a Marzo di quest’anno ci fu il crollo del titolo che passò da 8$ a circa 5$ sui dati ad interim, dove si vedeva chiaramente che non vi erano grossi vantaggi in termini di sopravvivenza.

I manager di Merck la pensano in maniera diversa, potrebbero essere ribaltati i dati negativi di Marzo? Forse. Vale la pena rischiare? Ci sto pensando.

Anche se sono veramente tanti i titoli vorrei soffermarmi sul quarto che è Arena Pharmaceuticals, Inc. (ARNA). Ne abbiamo parlato negli ultimi anni perchè torna interessante proprio ora ?. Come avete forse letto Vivus concorrente di ARNA sta trovando enormi difficoltà ad entrare nel mercato. Fin ora la strategia sbagliata e la non disponibilità in Europa sta facendo perdere tempo e soldi alla compagnia. La sfida di ARNA è quella di fare meglio della sua compagnia sfruttando il potenziale del partner Eisai, che ovviamente ha tutto l’interesse a vendere il farmaco. Riuscirà ad entrare meglio nel mercato? Gia a Marzo potrebbe arrivare qualche dato sulle vendite e improvvisamente gli investitori che hanno abbandonato Vivus, buttarsi su Arena. A voi.

 

 

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
La reazione dell'indice americano Nasdaq potrebbe dare il via a nuove posizioni sui titoli biotech. Vediamo oggi CLSN, ZIOP, ONTY e ARNA., 10.0 out of 10 based on 2 ratings
Tags: , , ,   |
22 commenti Commenta
giorgio.migliore
Scritto il 20 novembre 2012 at 19:10

CLSN vicina ai max… se rompe 8O

Scritto il 20 novembre 2012 at 19:24

Quando le avevo mollate io aveva fatto due tentativi andati a male……… 8O

Scritto il 20 novembre 2012 at 19:28

giorgio.migliore
Scritto il 20 novembre 2012 at 20:27

giorgio.migliore@finanza:
CLSN vicina ai max… se rompe 8O

Entrato in rottura!

palanzana
Scritto il 21 novembre 2012 at 01:02

con CLSN è opportuno uscire a metà dicembre?

Scritto il 21 novembre 2012 at 08:10

palanzana@finanzaonline,

i dati dovrebbero arrivare a fine gennaio.

palanzana
Scritto il 21 novembre 2012 at 10:01

quindi inizi gennaio?

Scritto il 21 novembre 2012 at 12:08

palanzana@finanzaonline,

per un’uscita in sicurezza direi di si.
Non voglio assolutamente sconfessare l’AT di giorgio anzi auguro a tutti di fare ottimi gain seguendo le sue analisi, però mi chiedo che senso ha entrare sui massimi quando è da giugno che dico di comprare il titolo.
Ognuno fa quello che gli pare sia chiaro.

giorgio.migliore
Scritto il 21 novembre 2012 at 14:45

gooser,

Scusa Goos.. non capisco molto il tuo commento!!!! Sconfessi in poche ore il titolo del tuo articolo: “La reazione dell’indice americano Nasdaq potrebbe dare il via a nuove posizioni sui titoli biotech. Vediamo oggi CLSN, ZIOP, ONTY e ARNA.”
L’analisi tecnica si basa su alcune regole che DEVONO essere rispettate! Ad uno degli ultimi corsi di A.T. che ho fatto il docente esprimeva come gli unici titoli presi da lui in considerazione erano quelli che avevano un grafico che partivano in basso e chiudevano sui massimi!!
La rottura dei massimi con volumi (come ci sono stati ieri) dovrebbe favorire un’accelerazione a rialzo! Così come la rottura di una fase di lateralizzazione con prezzi congestionati tra quotazioni molto ravvicinate!
Tra l’altro il tutto è sempre da considerarsi in close… io ieri ho deciso a mio rischio di anticipare, ma avrei dovuto aspettare il close. Come si può vedere la chiusura è stata esattamente sui 6,09!! Vedremo oggi come si comporterà!! :wink:

giorgio.migliore
Scritto il 21 novembre 2012 at 14:49

Grafico di CLSN… le linee tratteggiate sono i max di periodo. Potete constatare i movimenti successivi! Spesso si verifica una candela di rialzo, pull-back sullo stesso livello rotto e ripartenza per nuovi massimi!

alessiomz
Scritto il 21 novembre 2012 at 14:49

scusate ragazzi, vorrei cambiare piattaforma di TRADING, sapete consigliarmi una buona piattaforma che mi permetta di operare sui vari mercati con ordini condizionati e che contempli anche OTC e PNK ?
Grazie mille!

Scritto il 21 novembre 2012 at 14:53

giorgio.migliore@finanza,

GIORGIO, non metto in dubbio le regole dell’AT anzi siamo fortunati che ci sei tu che oltre a darci “le dritte” ci supporti nelle nostre scelte che invece valutano solo la “bontà” del farmaco e spesso se ne fregano dell’AT. Credo che ci voglia il giusto compromesso di entrambi. Per tornare a CLSN i prossimi giorni saranno fondamentali per il titolo. Spero salga ancora e che la tua teoria sia da insegnamento per il futuro. :mrgreen:

giorgio.migliore
Scritto il 21 novembre 2012 at 14:55

gooser,

Pienamente d’accordo!!! L’unione fa la forza!!! :wink:

giorgio.migliore
Scritto il 21 novembre 2012 at 15:04

alessiomz@finanza,

Io uso directa e mi trovo bene. Ha un costo una tantum iniziale (se ricordo bene avevo pagato 165 euro) commissioni direi basse! Puoi sceglierti diverse tipologie di commissioni in base al numero di operazioni che fai…

Scritto il 21 novembre 2012 at 15:54

giorgio.migliore@finanza,

mi pare che directa tratta OTC ma solo quelle che quotano più di 1$ giusto ?

giorgio.migliore
Scritto il 21 novembre 2012 at 15:56

ALXAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA… prossimo target a rialzo poco sotto i 5,50!! :mrgreen:

alessiomz
Scritto il 21 novembre 2012 at 16:35

grazie per il consulto, se tratta OTC che quotano più di 1$ è un pò limitante per il trading su questo mercato…..GRANDE ALXA!

giorgio.migliore
Scritto il 21 novembre 2012 at 16:36

alessiomz@finanza,

Mi spiace ma sugli OTC non so risponderti perché non li tratto! :wink:

alessiomz
Scritto il 21 novembre 2012 at 17:43

grazie Giorgio, sto valutando la possibilità di entrare in DVAX se dovesse chiudere sopra i 3$, pensi che potrebbe arrivare a 3.5$ sfruttando il pullback?

giorgio.migliore
Scritto il 21 novembre 2012 at 18:09

alessiomz@finanza,

A 3,50 potrebbe arrivare, c’è una resistenza! Occhio solo a non rimanere incastrato… Gooser ne ha parlato alcuni giorni!! :wink:

Scritto il 21 novembre 2012 at 19:01

Credo che DVAX al momento sia il titolo più difficile da tradare. Indecisione totale per come è andato l’FDA Panel, e per tutto quello che si legge in giro.
E’ quella situazione dove il titolo ha perso parecchio forse troppo, ma sui problemi legati alla sicurezza di solito con FDA non si sgarra. Istituzionali hanno in mano un sacco di azioni, FDA chiederà uno studio clinico a prescindere dall’approvazione, ma avere un vaccino che funziona per l’epatite B è fondamentale per i tanti malati. Insomma direi che la bilancia al momento è quasi pari. 8O

Scritto il 21 novembre 2012 at 19:08

CLSN:

Michael Tardugno, chief executive of tiny Celsion Corp, is convinced he has a $1 billion cancer therapy on his hands with its ThermoDox treatment for liver cancer.

The company, with a market valuation of only about $70 million and all of 16 employees, is not trying to reinvent the wheel. But by placing a very old cancer drug – the chemotherapy doxorubicin – into a new delivery method and adding heat, Celsion believes it has a recipe for success that can address a large unmet need in cancer.

“Certainly this is a $1 billion drug,” Tardugno told Reuters in an interview. He was not ready to predict multiple billions just yet and noted that all, of course, depends on positive data from its pivotal late stage trial.

Celsion said it could have initial data from its Phase III trial of 700 patients with primary liver cancer by the end of this year. Given the priority review status bestowed upon ThermoDox by health regulators in the United States and elsewhere, Celsion could have its first drug on the market in fairly short order.

“There’s a chance if we execute perfectly here that we could be seeing an approval by the end of 2013,” Tardugno said. :?::?::?::?::?:

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute