Cerca nel Blog

Standard & Poor’s dice che la recessione peggiora in Italia ma il nostro indice Ftse Mib mantiene ancora il trend in atto

Scritto il alle 13:41 da Agata Marino

Altra batosta sulla nostra economia… è il turno dell’agenzia di rating che taglia ancora le stime dell’economia dell’Eurozona per il biennio 2012-2013,oggi i  valori già critici sono peggiorati rispetto a quelli espressi a luglio scorso. Punti importanti sono la previsione del calo del Pil dello 0,8%, rispetto al -0,7% di luglio, e per il 2013 cancella il segno più (+0,3%)
prevedendo una crescita zero.

Ciò non toglie che la crisi reale si differenzia da quella borsistica, molte volte non vanno di paripasso.

Ieri i mercati azionari europei hanno archiviato una giornata in perdita in quanto sui mercati sono tornati a farsi sentire i timori di rallentamento generalizzato dell’economia globale evidenziato dall’inatteso calo del clima di fiducia tra le imprese in Germania con l’indice Ifo di settembre calato a 101,4 punti, attestandosi così al di sotto del precedente (102,3 ad agosto) e del consenso (102,7) e oggi Angela Merkel ha sottolineato abbiamo ancora tanti compiti da fare per riguadagnare terreno.

Una delle cause è l’assenza di novità sul piano di salvataggio della Spagna non ha fatto che alimentare le tensioni.

Pertanto il Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,78% a 15.867 punti.

Per quanto riguarda il ftse mib oggi siamo sempre in trend positivo e appoggiati su un vecchio supporto a quota 15600 la resistenza da superare per la ripresa del trend long passa a quota 16140 e gli indicatori potrebbero essere pronti per la ripresa del trend long in atto da fine luglio.

L’operativita’  sui mini fib continua e, come da copione, siamo entrati con il secondo contratto a quota 15600 su minifib a chi interessano i livelli e le entrate potete vederle andando QUI 

Ecco il grafico del future aggiornato con i livelli di ingresso e stop( uso il continuo del fib per comodità ma i livelli sono uguali)

 

Dati macro per il pomeriggio:

Nel pomeriggio negli USA:
alle 15:00 inizierà a Berlino lo “speech” di Mario Draghi per l’evento “Day of the German Industries” (Giornata delle Industrie Tedesche) organizzato dalla Federazione dell Industrie Tedesche
Sempre alle 15:00 verrà reso noto:
– Il MM-MI “US S&P/CS Composite-20 HPI y/y” (Indice S&P/CS relativo alla variazione del prezzo di vendita di case unifamiliari in 20 aree metropolitane USA – anno/anno). E’ previsto un miglioramento da -0,5% a 1,3%.
alle 16:00 verrà reso noto:
– Il MM-AI “US CB Consumer Confidence” (Fiducia dei consumatori USA, pubblicato da CB – The Conference Board Inc.). E’ previsto un miglioramento da 60,6 del mese precedente, a 62,9.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Standard & Poor's dice che la recessione peggiora in Italia ma il nostro indice Ftse Mib mantiene ancora il trend in atto, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
Commenti dal nostro blog
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
  • [email protected] su Mercati nervosi e indice Biotech ancora in stallo
indici di borsa e principali valute