Crisi Italia: disoccupazione al 9,7%, livello più alto dal 2001

Scritto il alle 14:36 da [email protected]

A lanciare l’ allarme è l’ ILO ( Organizzazione internazionale del lavoro ), l’agenzia Onu che si occupa, appunto, di lavoro, nella sua scheda sull’Italia, evidenzia un crollo del mercato del lavoro con un tasso di disoccupazione, nel quarto trimestre 2011, del 9,7%, il più alto dal 2001. E sempre secondo l’ agenzia, se si aggiungono i circa 250.000 lavoratori in cassa integrazione ai quasi 2,1 milioni di disoccupati, la cifra reale sarebbe ben più alta. La disoccupazione giovanile sale al 32,6%, toccando un nuovo record, mentre i disoccupati di lunga durata rappresentano il 51,1% dei disoccupati totali. I lavoratori che non cercano più lavoro hanno raggiunto il 5% del totale, mentre i giovani che non studiano, non lavorano e non frequentano corsi di formazione, hanno raggiunto gli 1,5 milioni.

 

Nel suo rapporto generale, quindi, l’Ilo non manca di sottolineare come le recenti misure di austerità rischino «di alimentare ulteriormente il ciclo di recessione e di rinviare ancora l’inizio della ripresa economica e il risanamento fiscale». Infatti, la ripresa viene frenata dalla contrazione del consumo privato e che «tale contrazione è aggravata dal fatto che gli stipendi crescono meno velocemente rispetto all’inflazione»

 

Pensiamo alla crescita, a diminuire la pressione fiscale e a redistribuire i redditi alla svelta, altrimenti il fallimento dell’ Europa è certo…………….

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
1 commento Commenta
kry
Scritto il 30 aprile 2012 at 23:55

Redistribuzione dei redditi,ma in italia non si fa già abbastanza assistenza parassitaria politica?

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute