Tassi reali della disoccupazione in Germania e Francia, analizziamo il modello economico tedesco

Scritto il alle 16:12 da [email protected]

Il “modello economico tedesco“, è elogiato per la sua crescita e dinamismo…. ma non sembra poi così invidiabile come sembra.
Soprattutto per quanto riguarda la disoccupazione, il cui numero sarebbe attrezzato per nascondere il fatto che una parte della popolazione vive in povertà. Come in Francia, dove il tasso di disoccupazione ufficiale non è una riflessione accurata della realtà.
Ecco un’articolata dimostrazione di Philippe Murer, professore di finanza presso la Sorbonne di Parigi….
Utilizzando due diversi metodi, si può stimare il tasso di disoccupazione in Francia tra il 16 e il 20% della popolazione in età lavorativa.

La Germania è al 15%. Leggendo i quattro articoli in appendice il tempo e la ricerca nelle statistiche, mi sono reso conto che le cifre tedesche appaiono distorte. Va detto che le cifre della disoccupazione francesi non sono realistiche sia.

Una carica di Arbeitsagentur  Amburgo (tedesco Pole-lavoro) che desidera restare anonima, non nasconde la sua rabbia. “Smettiamola di parlare miracolo economico. Oggi, il governo ribadisce che ci sono circa 3 milioni di disoccupati, il che sarebbe davvero storica. La realtà è ben diversa, 6 milioni di persone ricevono Hartz IV … ” Recentemente la polemica è stata ripresa dopo il quotidiano  Die Welt  ha riferito nella sua edizione del 27 settembre, le cifre sulla disoccupazione degli anziani sono ”  truccate ” . Secondo il quotidiano conservatore, un disoccupato di 58 anni di due non è più indicato nelle figure del  Bundesagentur für Arbeit (Agenzia federale del lavoro). Per un ragioniere intrigante e dialettica, il centro del lavoro tedesco avrebbe messo in evidenza 211 000 liste di disoccupati più anziani. Il credo di  Silberschatz  (letteralmente, il “tesoro di esperienza” per gli anziani), cantata dal ministro del Lavoro, Urula Van der Leyen, che ha ribadito che ”  i principali beneficiari della ripresa del mercato del lavoro tedesco, 58 anni e di più »  da allora ha preso il comando dell’ala. Vessata sulla questione di Klaus Ernst, uno dei leader del  Partito della Sinistra  (partito politico di sinistra) il portavoce del ministero del Lavoro ha anche dovuto riconoscere che  “nei primi mesi del 2011, solo il 43% degli anziani beneficiari di disoccupazione sono state registrate su elenchi. ” “I 4,9 milioni di adulti sono in realtà disoccupati, praticamente disoccupati – che lavorano meno di 15 ore alla settimana – o precari. Più colpite sono le famiglie monoparentali e gli anziani ” , Brigitte commenti Lestrade, autore di uno studio su Hartz IV (Cerfa, giugno 2010).

Metodo per verificare la disoccupazione: RSA base di rielaborare e di altri disoccupati nascosti

Il numero dei disoccupati in Germania e Francia sembrano divergere nel processo, recensione molto lusinghiera, notato e lodato in Francia da quasi tutti i commentatori. Ma è corretto?

Tuttavia, i cambiamenti di confronto, quando in seguito il numero di persone disoccupate o che interessano la base di RSA in Francia, la legislazione Hartz in Germania, quest’ultima è andata un po’ meglio di recente ma non c’è nulla di miracoloso.

Il tasso di disoccupazione in entrambi i paesi è del 21% in Francia e il 16% in Germania.

Perché queste differenze?
In Germania la popolazione in età attiva è in calo mentre aumenta in Francia.

Che consente alla Germania di ridurre il suo tasso di disoccupazione, con una crescita inferiore in Francia, tanto più che la disoccupazione è ancora più nascosta in Germania che in Francia.

Si noti che la popolazione attiva in Francia è aumentata in modo simile in Francia e Germania.

Un altro metodo di controllo del tasso di disoccupazione: il tasso di attività.

Dal 1970, il cambiamento dei costumi è notevolmente aumentato la partecipazione delle donne nel mondo del lavoro in Francia. Lavoreremo quindi sul tasso di attività per gli uomini non per polarizzare lo studio. Abbiamo anche rimosso i giovani 15 ei 24 anni colpite dalla disoccupazione – ma che studio a più lungo ora – per eliminare la discriminazione statistica e oltre 60 anni a causa delle modifiche del sistema pensionistico.
Dai dati INSEE, siamo in grado di disegnare la curva seguente.

1975-2009, il tasso di partecipazione degli uomini da 24 a 60 anni è salito 77,1-64,6%. Il tasso di disoccupazione nel 2009 può essere misurato indirettamente come il tasso di disoccupazione del 12,5% nel 1975 supponendo che un uomo tra i 24 e 60 anni auspica che si lavori più nel 2009 rispetto al 1975.
Poiché il tasso di disoccupazione era del 3% nel 1975, ho trovato un tasso stimato di disoccupazione del 15,5% per gli uomini.

L’occupazione industriale
Nonostante il grande successo dell’industria tedesca, si rileva che il declino industriale del lavoro risulta più rapido sia in Francia che in Germania.

Risulta così che la realtà della disoccupazione in Francia e in Germania è largamente sottostimata dalle cifre ufficiali ed io mi domando ora è il perché. source di Murer Philip… professore di finanza alla Sorbonne di Parigi e membro del  Forum Democratico.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
Nessun commento Commenta

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute