Banche in crisi: Commerzbank

Scritto il alle 19:32 da [email protected]

Commerzbank è la seconda banca privata tedesca, dopo il crack della Lehman Brothers, nel 2008 – 2009, navigava in pessime acque ed è stata salvata dallo stato per la seconda volta, la prima dopo la grande crisi del 1929, e parzialmente nazionalizzata, ricevette la bellezza di 18,2 miliardi di euro, il governo quindi acquisi una quota del 25% di Commerzbank..

Ad aprile 2011 circa, si cerca liquidità dal mercato per circa 8,25 miliardi, varando un aumento di capitale ed emettendo bond convertibili, tutto questo per affrontare le nuove norme di Basilea 3:

«Una volta completata l’operazione – ha detto Blessing – saremo pronti nel 2011 per le nuove norme patrimoniali di Basilea 3» che dovrebbero entrare in vigore da qui al 2019

Sembrava che la banca fosse davvero ad un punto di svolta, almeno si era puntato su questo, visto che i mercati si stavano riprendendo, e vista la situzione della buona economia tedesca,  invece…………………

Ecco come è andata a finire, la notizia è di oggi 4 dicembre 2011:

Crisi: Berlino Potrebbe Nazionalizzare Commerzbank

(ASCA) – Roma, 4 dic – Il governo tedesco non esclude la nazionalizzazione di Commerzbank . E’ quanto scrive il settimanale Der Spiegel domani in edicola. Berlino, secondo fonti del governo, potrebbe riattivare il fondo di aiuti alle banche acquistando altre quote di Commerz di cui gia’ detiene il 25%. La seconda banca tedesca ha presentato risultati fortemente negativi a causa dell’esposizione su titoli della Grecia. Secondo l’Eba la Commerzbank dovrebbe procedere a una ricapitalizzazione di 2,9 miliardi di euro, il 60% delle necessita’ del sistema bancario tedesco.

Siamo punto e a capo, anche lei come altre banche, per via dell’ esposizione su titoli di stato dell’ eurozona, di paesi fortemente a rischio, non si è ripresa. Come sempre il settore bancario resta in crisi, pochi mesi or sono, era il turno di Dexia, i depositi presso la BCE, crescono di giorno in giorno e di ora in ora, tutte quante hanno bisogno di liquidità, ma non per immettere sul mercato, ma per tenere per sè stesse, come tutti i dollaroni ricevuti dal QE che sono rimasti nei loro caveaux per risanare i bilanci, pieni di titoli tossici.

Intanto il TED Spread continua la sua corsa a rialzo:

Gli altri articoli del nostro BLOG, potete trovarli QUI

Di contro a questo articolo, potete leggere quello di Wilfra andando QUI

 

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
2 commenti Commenta
Scritto il 4 dicembre 2011 at 20:43

E bravo con il TED!!! :)

balrock
Scritto il 12 dicembre 2011 at 20:40

Commerzbank negozia con il governo tedesco su nuovi aiuti statali

Redazione Borsainside.com – lunedì, 12 dicembre 2011 – 18:07

Commerzbank starebbe negoziando con il governo tedesco per ricevere dei nuovi aiuti statali. Lo riporta “Reuters”.

Secondo delle indiscrezioni raccolte dall’agenzia stampa Commerzbank e il Ministero delle Finanze starebbero discutendo intensamente già da più di una settimana. Una decisione non sarebbe ancora stata presa ma Berlino punterebbe a raggiungere un accordo di base prima di Natale. Commerzbank non ha voluto commentare. La seconda banca della Germania aveva ricevuto durante la crisi finanziaria del 2008 aiuti statali per complessivi €18,2 miliardi, più di €14 miliardi sono stati rimborsati la scorsa estate. Gli ultimi risultati degli “stress test” hanno indicato che Commerzbank ha bisogno di raccogliere €5,3 miliardi per soddisfare le richieste dell’EBA .

Il CEO Martin Blessing ha finora escluso più volte che il gruppo abbia di nuovo bisogno di essere aiutato dallo Stato tedesco.

Titoli azionari, Titoli biotecnologici, Future e commodities
Utenti online
Histats.com ©
mailorder brides besucherzahler contatore internet
Twitter
MAIL DEI BOSS SANDRO E AGATA: [email protected] [email protected] SeguiteciAncheSu …
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Debito Pubblico Italiano
ContanteLibero.it
indici di borsa e principali valute